Torino Internazionale | Stampa

Stampa

Il Politecnico oltre ogni record

La Stampa - 02/09/11

Quasi 6 mila pre immatricolati ad Ingegneria, più 38% rispetto allo scorso anno accademico, 1700 ad Architettura, aumentati del 14%. È boom di pre immatricolazioni al Politecnico che registra una crescita complessiva di aspiranti matricole del 26%, la più alta di sempre. Sono quasi 8 mila i pre iscritti, un dato che va ben oltre il trend ascendente degli scorsi anni. Una crescita oltre la crescita, cioè oltre il + 14% dell’anno 2009/2010 e il + 16% registrato solo dodici mesi fa.

E se ne compiace il sindaco Fassino: «Un’ulteriore bella conferma di quanto il Politecnico sia un’eccellenza di valore internazionale che fa di Torino una città pilota nel campo dell’innovazione della ricerca, della formazione». Come per l’Università qualche giorno fa (anche lì deciso aumento dei pre iscritti), l’exploit dovrà essere confermato dalle immatricolazioni effettive, che per la maggior parte avverranno dopo i test d’ingresso, in particolare quelli a numero chiuso di Architettura e dei corsi di Ingegneria dell’autoveicolo e produzione industriale.

Per gli studenti di tutti gli altri corsi il test sarà solo orientativo, non vincolante per l’accesso in Università, e molti hanno già sfruttato la possibilità, attivata due anni fa, di sostenerlo prima dell’esame di maturità, come prova d’orientamento definitiva.

Il boom, negli uffici di corso Duca degli Abruzzi l’hanno certificato ieri pomeriggio, a pre-immatricolazioni chiuse da qualche ora. Il risultato era nell’aria da qualche settimana, ma ha sorpreso gli stessi addetti ai lavori. A spiegare il fenomeno forse la crisi economica che spinge i giovani verso le Università per investire in formazione o la fama internazionale del Poli accresciuta negli ultimi anni.

Tra i corsi che crescono di più con percentuali al limite, con oltre 500 pre-immatricolati, sono Ingegneria Meccanica (+70%), Biomedica (+45), Gestionale (+50) e Informatica (+32). Incrementi superiori al 30% anche per Ingegneria dei Materiali, Edile, del Cinema e dei Mezzi di Comunicazioni, Elettronica, Fisica e Matematica per l’ingegneria.

Sono gli studenti fuori sede a guidare la corsa alle aule del Poli: gli aspiranti universitari che arrivano da altre regioni sono il 40% in più dell’anno scorso. Le più rappresentate Puglia, Sicilia, Liguria, Calabria e Sardegna. Vale sempre di più l’equazione Politecnico uguale campus internazionale: l’incremento è sensibile anche sugli studenti provenienti dall’estero, Cina in testa seguita da Grecia e Camerun. Più 21% di non italiani che arrivano da oltre 100 paesi.

L’identikit dei pre iscritti fotografa un livello alto di preparazione: più di 6 su 10 si sono diplomati con più di 80/100 alla maturità, quasi uno su 3 ha ottenuto il punteggio massimo in uscita dalla scuola superiore: 100 centesimi, spesso arricchito dalla lode. Più di un quarto degli aspiranti ingegneri è donna, tra gli architetti sono gli uomini ad essere in minoranza, 45 ogni cento.

Per tutti l’appuntamento è fra una settimana con i test d’ingresso. Quelli di Ingegneria si concluderanno il 6; il giorno dopo si svolgerà la prova nazionale per Architettura.

Andrea Ciattaglia

Ricerca Tematica

Ricerca libera

/ /