13 gennaio 2002
 Clicca!
Ricerche
Link
L'IMMAGINE DEL PIEMONTE
(Università degli Studi di Torino - Dipartimento di Scienze Sociali)

L'immagine recepita del Piemonte


Elenco dei paragrafi:
  • COSA VIENE ASSOCIATO AL PIEMONTE
  • LE DIMENSIONI CULTURALE, ECONOMICA E TURISTICA
  • CONSIDERAZIONI DI SINTESI



    COSA VIENE ASSOCIATO AL PIEMONTE
    Il quadro che emerge dalla rilevazione dell’immagine del Piemonte nel nostro campione è un quadro sostanzialmente positivo, non sono stati riscontrati giudizi pesanti o, in alcuni casi anche peggio, un vuoto di immagine. Esiste una visione di un Piemonte ricco di risorse di diverso tipo ma con pesi in parte diversi.
    La componente ambientale, e di conseguenza turistica, è avvertita in maniera sensibile, ma ampliando lo sguardo su tutte le sezioni del questionario, essa è senz’altro superata da elementi di tipo economico: il Piemonte è soprattutto terra di imprese efficienti, imprenditori di successo e di lavoratori molto attivi. La situazione torinese, il suo passato industriale e il suo difficile cammino verso una nuova identità, sembrano pesare solo in parte nella formazione di un’immagine complessiva del territorio Piemontese, che invece pare più aggiornata delle aspettative. Quello che però non riesce ad emergere è l’articolazione del territorio, le specificità delle singole componenti: in questo l’immagine del Piemonte, se confrontato con la nostra analisi iniziale delle strategie e dei contenuti di promozione, mantiene ancora delle rilevanti zone d’ombra.


    Comparazione dell'importanza delle tre componenti (cultura, economia, turismo)
  • Immagine

    Riaggregazione per temi dell'immagine associata al Piemonte
  • Immagine

    vai all'inizio




    LE DIMENSIONI CULTURALE, ECONOMICA E TURISTICA
    L’identità culturale piemontese rimane legata ad eventi storici lontani; quelle che potremmo definire come “eccellenze” del mondo culturale piemontese emergono in pochissimi casi. Certo si tratta di una situazione da analizzare con strumenti maggiormente orientati e dedicati rispetto a questo tipo di ricerca, ma rimane comunque una situazione di debolezza dell’immagine culturale nel resto del territorio nazionale.
    Le diverse tradizioni e realtà del mondo economico piemontese pesano molto nella formazione dell’immagine di questo territorio e, come vedremo, una volta superati gli stereotipi colti dalle prime batterie di domande, emerge una forte dimensione dell’economia, della produzione e dei prodotti, delle imprese e del lavoro.
    Agli aspetti economici dell'immagine del Piemonte sono state dedicate molte domande, anche per verificare il rapporto tra la natura del sistema economico metropolitano e quella delle altre aree nella determinazione di un’immagine complessiva. Fra queste domande la scelta fra i settori economici in cui il Piemonte ha qualcosa da offrire, il riconoscimento di aziende piemontesi e domande sulla percezione della realtà e del futuro economico del Piemonte.
    L'importanza del Piemonte in campo turistico è la più bassa rispetto all'economia e alla cultura, anche qui soprattutto per le classi di età più giovani. Questo ovviamente non va inteso come un giudizio negativo sulle risorse e potenzialità turistiche del territorio quanto piuttosto, nell’immaginario, a un carattere poco distintivo in tale senso del Piemonte rispetto ad altre regioni più fortemente connotate.


    Giudizi e propensione alla visita in Piemonte
  • Immagine

    Settori economici in cui il Piemonte ha molto da offrire
  • Immagine

    Valutazione dell'importanza degli elementi storico-culturali del Piemonte
  • Immagine

    vai all'inizio




    CONSIDERAZIONI DI SINTESI
    Occorre qui prendere in considerazione un aspetto importante sul tema dell’immagine: molti testi sull’argomento e i professionisti stessi insistono sul fatto che l’immagine debba essere orientata a seconda di diversi target di riferimento, e in base a questi costruire strategie di promozione dedicate. Il nostro campione è stato selezionato proprio a partire da questa considerazione: escludendo i residenti (il sottocampione dei Piemontesi ci è servito come comparazione ma non costituiva un obiettivo primario dell’indagine) e l’estero, la popolazione nazionale è stata selezionata, utilizzando gli stili di vita Eurisko, proprio in base alla possibilità di essere potenzialmente turisti, investitori, lavoratori e studenti sul territorio Piemontese. All’interno quindi di questo target di riferimento occorre ora riassumere alcune specificità, linee di tendenza che possono essere viste come suggerimenti per orientare future azioni di promozioni.
    Una prima dimensione che in diversi casi si è dimostrata interessante è quella dell’età. L’interesse, il gradimento e, ovviamente, la conoscenza stessa del Piemonte si rivelano una caratteristica tipica di classi di età superiore, laddove invece le classi più giovani si dimostrano meno informate, interessate e “soddisfatte” a proposito del Piemonte. Sarebbe da verificare, attraverso analisi comparative, se si tratta di un fenomeno comune ad altri territori o se invece è proprio una caratteristica dell’immagine Piemontese: in quest’ultimo caso dovremmo constatare una l’esigenza da un lato di un’azione di comunicazione maggiormente orientata alle classi più giovani e dall’altro di un lavoro di promozione in direzione di uno svecchiamento dell’immagine.
    Un’altra componente che, in alcuni casi, si è dimostrata interessante è l’area geografica. L’ambito principale in cui emerge una diversificazione non è tanto quella della conoscenza quanto quella dell’opinione e della valutazione. Abbiamo infatti visto come alcuni stereotipi, come quelli sul carattere dei piemontesi, siano sentiti in maniera più forte proprio nelle regioni del nord ovest. Come abbiamo già detto, se questo dato fosse confermato, indicherebbe la necessità di orientare la ricerca, ma soprattutto le iniziative di comunicazione, anche all’interno del territorio stesso.
    Un’ultima osservazione riguarda le differenti componenti territoriali dell’immagine piemontese: ci eravamo chiesti infatti se l’immagine del Piemonte fosse una somma di immagini diverse, una realtà fortemente accentrata o al contrario un’immagine integrata e complessiva. Se per le immagini delle singole componenti rimandiamo alla sezione dedicata, possiamo qui constatare che non esistono realtà forti che prevalgono su altre; nemmeno il capoluogo sembra imporre la propria immagine come quella di tutta la regione, almeno non in modo eccessivo e comunque superiore a quanto normalmente accade in ogni territorio. Ma questa visione va anche completata con il rovescio della medaglia, ossia che su diversi argomenti e da diversi punti di vista l’immagine rimane poco definita, in alcuni ambiti molto debole se non addirittura assente. In altre parole, se non è un’immagine accentrata e sbilanciata, non sembra essere nemmeno un’immagine integrata.


    Gradimento del Piemonte per classi di età
  • Immagine

    vai all'inizio




  •