26 gennaio 2002
 Clicca!
Ricerche
Link
CONSISTENZA E STRUTTURA DEL CLUSTER DI IMPRESE ICT NELLA PROVINCIA DI TORINO - KEY FINDINGS
(Politecnico di Torino -
Unione Industriale di Torino)

Il settore ICT in Provincia di Torino


Elenco dei paragrafi:
  • ATTIVITà SVOLTE E RISULTATI OTTENUTI
  • SINTESI DEI RISULTATI



    ATTIVITà SVOLTE E RISULTATI OTTENUTI
    La principale fonte di informazione di cui ci si è avvalsi è il database della Camera di Commercio di Torino, che comprende le imprese torinesi registrate presso la CCIAA.
    Per definire il settore ICT in modo consistente, si è utilizzato un insieme di codici ATECO ’91 piuttosto ampio per permettere un confronto a livello internazionale, data la corrispondenza tra la classificazione italiana e quella europea (NACE) e quella internazionale (ISIC). Si è poi passati a successive selezioni, basate sull’analisi puntuale delle caratteristiche delle singole imprese per mezzo di tutte le fonti informative pubblicamente disponibili (CERVED, Catalogo KOMPASS, Pagine Gialle, riviste specializzate, data base di settore ed altro). Tale analisi puntuale ha permesso di ripulire la base dati della Camera di Commercio dai numerosi errori di attribuzione e dalle inconsistenze del sistema di classificazione ATECO ’91.
    La prima selezione delle imprese ha consentito di individuare oltre 29.000 sedi e unità locali di imprese attive nei settori dell’ICT nella provincia di Torino. Tale insieme è stato quindi filtrato sulla base di criteri di selezione oggettivi, pervenendo ad un insieme formato di circa 6500 imprese attive nell’area torinese, che possono a tutti gli effetti essere considerate appartenenti ai settori ICT o alle Information Content Industries, secondo la definizione utilizzata dell’OECD nel documento “Measuring the ICT Sector”, 2000.
    Si è quindi passati all’analisi dell’insieme di imprese così definito, con l’obiettivo di ricostruire la struttura industriale del settore. Per la classificazione delle imprese ci si è rivolti ai più recenti contributi della letteratura di settore, tra cui in particolare la classificazione utilizzata dall’ISTAT e, per un’analisi di dettaglio, quella proposta dall’Università del Texas nel documento “Measuring the ICT Economy”,2000 e dall’EITO (European Information Technology Observatory) nel rapporto sull’evoluzione del mercato europeo dell’ICT che viene pubblicato annualmente.
    Nell’adottare tali classificazioni si sono introdotti significativi elementi di differenziazione, date le specifiche caratteristiche del mercato europeo e torinese.
    Su queste basi, le imprese torinesi sono state suddivise in quattro layer (settori di attività) produttivi di primo livello; inoltre per ogni layer di primo livello si è individuata una struttura in layer di secondo livello.
    La classificazione così sviluppata consiste in quattro macroaree comprendenti layer di secondo livello:
    - Manifatturiero: comprende i layer: “Costruzione e Assemblaggio Hardware”; “Cavi, cablaggi e fibre”; “Produzione e installazione di impianti elettrici/elettronici”; “Produzione e installazione di impianti TLC”; “Produzione e assemblaggio di sistemi elettronici, componentistica e sistemi di misura” .
    - Distribuzione e Commercio: comprende i layer: “Commercio” e “Noleggio”.
    - Servizi intangibili: comprende i layer: “Assistenza Hardware”; “Software servizi e sistemi informatici, consulenza informatica”; “Formazione”; “Ricerca e Sviluppo”; “Servizi al settore manifatturiero”; “Servizi TLC”; “Internet e Web”; “Altri servizi TLC”; “Elaborazione dati”.
    - Industria dei contenuti: comprende i layer: “Editoria”; “Computergrafica e Multimedia”; “Marketing e Advertising”; “Media e Publishing”.
    Le imprese torinesi in attività nel settore ICT si possono quindi suddividere come presentato nei file allegati



    suddivisione delle imprese torinesi in attività nei settori ICT
    (in layer di primo livello)
  • Immagine
  • File Excel

    vai all'inizio




    SINTESI DEI RISULTATI
    A luglio il settore ICT in provincia di Torino comprendeva circa 6.500 imprese con 53.400 addetti, pari al 6% circa dell’occupazione complessiva.
    Come risulta dalla Tabella 1, il comparto più consistente è quello dei “servizi intangibili”, a cui appartiene il 67% circa delle imprese e il 63% degli occupati. Si tratta del nucleo storico dell’ICT, da cui si sono sviluppate le competenze e le professionalità più innovative.
    La Tabella 2 fornisce una stima per layer del numero di imprese torinesi operanti nei settori ICT.
    Accanto ai comparti più “tradizionali”, quali l’elaborazione dati, i servizi di software e consulenza e il commercio, che mantengono una presenza rilevante all’interno del settore, hanno assunto un peso significativo comparti più “giovani” quali Internet e Web, Computer grafica, Multimediale, Marketing e advertising, che insieme costituiscono un nucleo di oltre 400 imprese.
    Fra il 1998 e il 2001 il settore ICT nel suo complesso è cresciuto al tasso annuo dell’8,9%. I settori più dinamici sono i “Servizi Intangibili” (+10,27%) e la “Distribuzione e Commercio” (+11,73%). Alla dinamica del settore “Servizi Intangibili” hanno contribuito, almeno in parte, i processi di riorganizzazione e outsourcing del sistema industriale.
    A livello più disaggregato, sono significativi gli alti tassi di sviluppo dimostrati da alcuni comparti, e in particolare da “Internet e Web” (+79,21%), “Servizi TLC” (+38,67%), “Ricerca e sviluppo” (+20,51%), “Marketing e Advertising” (+12,62%), “Software e Consulenza Informatica” (+12,07%) e “Computer grafica e multimedia” (+11,69%).
    Il settore è costituito in larga prevalenza da piccole imprese: il 90% ha infatti meno di 10 addetti; un ulteriore 7% arriva fino a 50 addetti.
    Va tuttavia rilevato che un numero non irrilevante di imprese ha raggiunto dimensioni significative.
    L’analisi ha consentito anche di fornire una prima valutazione della capacità di attrazione dell’area torinese nel settore ICT. I comparti più “attrattivi”, dove si è rilevato un numero maggiore di unità locali di imprese con sede fuori provincia, sono quelli del “Software e Consulenza Informatica” ed il “Commercio”.



    Consistenza del settore ICT in provincia di Torino
    (luglio 2001)
  • Immagine
  • File Excel

    Imprese ICT in Provincia di Torino per Layer
    (luglio 2001)
  • Immagine
  • File Excel

    vai all'inizio




  •