contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 30 maggio 2003
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
ImprenditorialitÓ e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
QualitÓ urbana
Tamtam
Eco dalle cittÓ
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Sistema Internazionale | Il Piano | Reti di cooperazione internazionale | Promuovere la cooperazione per l'internazionalizzazione
 
 
PROMUOVERE LA COOPERAZIONE PER L'INTERNAZIONALIZZAZIONE
Azione 1.1.1.
 
 

L´azione ha l´obiettivo di promuovere un´associazione tra enti ed istituzioni pubbliche e private che operano sull´estero, in modo da coordinare e mettere in rete le esperienze e ottimizzare le risorse e i servizi offerti, sia internamente al sistema città, sia all´esterno.

Il Tavolo ha lo scopo di rafforzare la rete interna dei soggetti - pubblici e privati - che fanno ´politiche internazionali´, creando circuiti di informazioni accessibili e individuando un luogo di decisione e concertazione capace di legittimare e valorizzare le esperienze di tutti. Tutto ciò permette di ´fare sistema´, favorendo in particolare l´internazionalizzazione del sistema produttivo torinese (in primo luogo le PMI), l´innovazione e le alleanze strategiche.

All´interno di questa struttura si può individuare una personalità a cui affidare la responsabilità del coordinamento di un gruppo di lavoro composto dai responsabili degli uffici che si occupano di relazioni internazionali.

L´Associazione potrebbe venire ospitata gratuitamente presso Torino Incontra che si propone per fornirne la segreteria. I costi previsti non sono ingenti: si tratta infatti di ottimizzare i servizi esistenti e non di crearne di nuovi. L´Associazione potrà partire in un anno, diviso in due fasi: i primi sei mesi vengono dedicati al censimento dell´esistente, i successivi alla messa a regime e alla sperimentazione delle attività.

Soggetti coinvolti
Prima fase: Regione, le Provincie piemontesi, il Comune di Torino, la CCIA e le sue molteplici ramificazioni (Centro Estero, Ufficio di Bruxelles), le Associazioni di categoria, lÔÇÖUniversità, il Politecnico, gli organismi religiosi e il corpo consolare.
Seconda fase: centri studio, centri di formazione, istituzioni culturali e sociali e soggetti con relazioni internazionali sviluppate.

 

  ¤ febbraio 2003  
  ¤ gennaio 2003  
  ¤ luglio 2002  
  ¤ giugno 2002  
  ¤ maggio 2002  
  ¤ aprile 2002  
  ¤ febbraio 2002  
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.