contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  
 
 
 
Torino - 14 maggio 2006   english   help   contatti   mailing list
 
 
Piano Strategico 2
Tamtam
Editoria
Agenda
Rassegna Stampa
Piano Strategico 1
Piano Strategico 2
 
Home | Piano Strategico 2 | Direzioni di intervento e obiettivi | Formazione | Scuole di dottorato
 
SCUOLE DI DOTTORATO
Obiettivo 1.6 - Rafforzare il sistema delle Scuole di Dottorato
 
 

E´ necessario mettere in atto strategie volte al rafforzamento della formazione di terzo livello, con l’obiettivo di sostenere quantità e qualità del nuovo capitale umano per la R&D, in particolare attraverso la razionalizzazione sia delle iniziative sia delle forme di sostegno. È necessario, innanzitutto, favorire una parziale modificazione/integrazione nella caratterizzazione dei dottorati, per incentivare l’inserimento dei dottori di ricerca nel mondo delle imprese. Attualmente, la formazione post-laurea impartita nelle sedi universitarie piemontesi risulta ancora troppo spesso sbilanciata verso le professioni accademiche: i pochi dottori destinati all’inserimento in strutture produttive hanno bisogno di un lungo e costoso adattamento alle condizioni dell’impresa. L’inserimento in azienda comporta, tra l’altro, l’esigenza di una forte integrazione fra competenze di ricerca, capacità gestionali ed abilità finanziarie, in un contesto che è necessariamente in continua evoluzione e soggetto ad elevata competizione internazionale.

Occorre pertanto sviluppare, accanto alle tradizionali funzioni di alimentazione della attività accademica, un ruolo dei dottorati nella produzione di professionisti di altissima qualificazione, destinati al sistema produttivo e capaci di interpretare, orientare e diffondere, all’interno di esso, la domanda di conoscenza scientifica avanzata, adeguandone i profili formativi agli standard delle aree più dinamiche con cui l’area metropolitana si trova a competere. È chiaro, però, che affinché la figura del dottore di ricerca possa effettivamente rappresentare una risorsa non solo per il mondo della ricerca ma anche per il mondo produttivo locale, è necessario che siano garantite da parte delle aziende adeguate forme di riconoscimento della preparazione e della professionalità raggiunta.

In questa direzione, particolare attenzione andrebbe rivolta alla necessità di innovare, attraverso programmi di Dottorato congiunti tra gli Atenei torinesi, il portafoglio di iniziative di alta formazione, svincolandosi dai modelli monoculturali oggi consolidati. L’opportunità di adottare un approccio multidisciplinare e trasversale, evidente anche nella formazione di secondo livello, appare particolarmente stringente proprio nell’ambito della formazione di terzo livello che deve formare competenze che sappiano tener conto della complessità dei paradigmi scientifici e tecnologici emergenti.

 
 © Torino Internazionale 2006