contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  
 
 
 
Torino - 14 maggio 2006   english   help   contatti   mailing list
 
 
Piano Strategico 2
Tamtam
Editoria
Agenda
Rassegna Stampa
Piano Strategico 1
Piano Strategico 2
 
Home | Piano Strategico 2 | Direzioni di intervento e obiettivi | Trasformazione industriale | Collaborazione tra imprese
 
COLLABORAZIONE TRA IMPRESE
Obiettivo 3.2 - Adottare la prospettiva della collaborazione tra imprese e tra imprese e soggetti esterni
 
 

Un secondo punto di debolezza del comparto automotive locale è legato alla ridotta presenza di meccanismi e spazi per la cooperazione interaziendale. Adottare una prospettiva di cooperazione, ed eventualmente di condivisione di alcune risorse strategiche, potrebbe rappresentare un’ottima leva per rafforzare il sistema delle imprese automotive locali, perlopiù caratterizzate da dimensioni medio-piccole. Azioni volte a favorire la concentrazione o l’aggregazione di micro e piccole imprese possono essere particolarmente utili nell’ottica di facilitare l’entrata sui mercati internazionali di questa tipologia di imprese .

Nel settore automotive, il problema della ridotta dimensione media di impresa, che pure caratterizza l’intero sistema produttivo nazionale, è particolarmente stringente: qui, infatti, la rete dei fornitori è strutturata in una catena complessa con una struttura a cascata, formata da fornitori di primo livello, secondo, terzo livello e così via. Si deve inoltre considerare che negli ultimi anni si è realizzata una sempre crescente diffusione di pratiche di outsourcing, non solo da parte dei grandi produttori automobilistici ma anche da parte dei grandi fornitori di moduli e sistemi. Ciò ha avuto il risultato di accrescere l’importanza proprio delle piccole e piccolissime imprese di subfornitura, rendendo sempre più necessaria una rapida ed efficace azione di miglioramento gestionale e razionalizzazione organizzativa.

Adottare una prospettiva cooperativa significa non solo favorire l’aggregazione di imprese, magari su progetti specifici, ma anche esplorare la possibilità di creare meccanismi e strutture per la condivisione di risorse e investimenti, in settori quali la ricerca, la formazione on the job e il marketing.

 
 © Torino Internazionale 2006