contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  
 
 
 
Torino - 14 maggio 2006   english   help   contatti   mailing list
 
 
Piano Strategico 2
Tamtam
Editoria
Agenda
Rassegna Stampa
Piano Strategico 1
Piano Strategico 2
 
Home | Piano Strategico 2 | Direzioni di intervento e obiettivi | Trasformazione industriale | Innovazione delle imprese
 
INNOVAZIONE DELLE IMPRESE
Obiettivo 3.4 - Favorire processi di innovazione nelle imprese
 
 

Innovazione tecnologica per orientare le imprese verso nuove direzioni e soluzioni innovative che sappiano garantire la competitività della loro offerta produttiva

La maggior parte delle piccole e medie imprese non è in grado né di sostenere significativi investimenti in attività di ricerca in house né di porsi direttamente in relazione con le università e i centri di ricerca. Appare, quindi, fondamentale promuovere azioni di “intermediazione tecnologica” e definire strutture in grado di aiutare le imprese a partecipare ai bandi di finanziamento di progetti di ricerca (attività di informazione/divulgazione e attività di networking) e a favorire la collaborazione delle PMI con i centri di ricerca.

In quest’ottica va considerato con attenzione il ruolo del CRF, che negli ultimi anni ha mostrato una significativa propensione a collaborare con le PMI locali. Tali collaborazioni di ricerca (non solo con il CRF ma anche con altri centri di ricerca, non necessariamente locali) dovrebbero essere sostenute ed incentivate dall’attore pubblico. È importante, inoltre, che tali collaborazioni non si configurino come un processo di delega, cioè il CRF che fa ricerca per le PMI, ma che diventi un vero e proprio scambio sinergico tra gli attori in gioco.

L’intervento pubblico in tema di innovazione tecnologica dovrebbe soprattutto contribuire orientare il sistema locale verso nuove direzioni. Alcune aree di particolare interesse, sulle quali potrebbero attivarsi sul territorio locale importanti sinergie, sono le seguenti:

  • mobilità sostenibile, attraverso il sostegno e la comune partecipazione a programmi e progetti volti a sviluppare iniziative, servizi, nuove attività e produzioni nel campo della mobilità sostenibile, pubblica e privata;
  • energia e idrogeno, attraverso il sostegno e la promozione congiunta di iniziative, sperimentazioni, prototipi, che abbiano come obiettivo la diffusione dell´utilizzo delle energie rinnovabili e dell´idrogeno nella filiera della mobilità;
  • micro co-generazione distribuita, attraverso il sostegno e la promozione congiunta, per favorire lo sviluppo e l´installazione di sistemi basati su motori ecologici a metano e/o ibridi, in grado di garantire elevati risparmi energetici ed economici a minimo impatto ambientale.

Innovazione organizzativa e gestionale

Le piccole e medie imprese sono spesso in difficoltà nel valutare con esattezza i propri punti di forza e debolezza e quindi di definire la strategia di sviluppo e le azioni da intraprendere. È dunque importante che le politiche di sostegno al comparto automotive non si focalizzino esclusivamente sul sostegno alla ricerca tecnologica. Sono necessari interventi differenziati che tengano conto delle diverse caratteristiche degli attori in gioco, in particolare le piccole imprese hanno bisogno innanzitutto di innovazione organizzativa e gestionale (spesso, infatti, mancano le competenze di base, ad esempio, per accedere ai mercati internazionali).

 
 © Torino Internazionale 2006