contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  
 
 
 
Torino - 14 maggio 2006   english   help   contatti   mailing list
 
 
Piano Strategico 2
Tamtam
Editoria
Agenda
Rassegna Stampa
Piano Strategico 1
Piano Strategico 2
 
Home | Piano Strategico 2 | Direzioni di intervento e obiettivi | Risorse culturali | Accessibilita' dell'offerta culturale
 
ACCESSIBILITA' DELL'OFFERTA CULTURALE
Obiettivo 10.2 - Migliorare l’accessibilitŕ dell’offerta culturale con particolare attenzione alla nuove generazioni e agli immigrati
 
 

Nella transizione verso la società della conoscenza, la crescita dell’accesso e dell’uso della cultura e quindi delle competenze dei cittadini, è un obiettivo irrinunciabile, così come l’accesso alla cultura come diritto alla cittadinanza e legame integrativo. Per Torino significa anche contribuire a colmare il deficit di risorse culturali di base della popolazione, esito della storia fordista, e a qualificare le competenze delle nuove generazioni e degli immigrati, cui la cultura scolastica non può (più) bastare. Esiste a tal riguardo un problema di fondo: il bacino d’utenza della cultura è piuttosto ristretto, se si esclude l’industria culturale. Per quanto in crescita, la fruizione culturale resta un fenomeno elitario che coinvolge una porzione di popolazione molto limitata per fasce sociali e di reddito. Lavorare su uno sviluppo basato sulla conoscenza vuol dire anche ridurre il divario tra consumi alti e bassi, rendere più accessibili nelle forme e nei contenuti la cultura alta, senza cedere sulla qualità ma intensificando l’impiego della divulgazione e dell’educazione permanente. Questo è un compito certo del sistema formativo, ma anche delle medesime istituzioni culturali.

L’incontro con le nuove tecnologie potrebbe consentire una nuova accessibilità e comprensione dei contenuti culturali da parte di quote più vaste della popolazione. Le tecnologie ICT possono offrire un’opportunità da perseguire per un migliore trasferimento dei contenuti culturali dai luoghi in cui si producono a pubblici più vasti e segmentati.

Tema centrale per garantire l’accessibilità alla cultura da parte di fasce sempre più ampie della popolazione, comprese quelle immigrate, è la rete delle biblioteche civiche, ripensata secondo i più moderni concetti di biblioteca, centro di accesso all’informazione, alla socializzazione, alla creatività. A tale proposito è strategico:

  • pensare a un sistema bibliotecario avanzato, diffuso sul territorio metropolitano;
  • realizzare un nuovo centro a servizio del sistema, che riproduca a scala maggiore le funzioni di cui si è detto, proporzionato alle esigenze reali, per ospitare la Biblioteca Civica Centrale, oggi in condizioni insostenibili.

Queste azioni avrebbero ricadute positive anche sull’immagine e sulla capacità attrattiva della città. L’ipotesi di realizzare un portale ongoing torinese dei beni culturali sarebbe l’occasione per presentare al meglio il nostro patrimonio culturale, in alcuni casi anticipare e dare la possibilità di approfondire in modo interattivo i contenuti proposti da ciascuna istituzione.

Infine, i progetti integrati di offerta culturale (Abbonamento Musei Torino Piemonte, Torino Card), lungi dall’aver esaurito la loro spinta innovativa perché strumenti efficaci a sostenere la domanda interna ed esterna e a mettere in pratica forme di coordinamento e di sinergia, sono da sostenere e valorizzare. Da perseguire infine, sempre con riferimento agli interventi di orgware, è uno sforzo di progettazione e coordinamento dei tempi e degli orari dell’offerta culturale di più elevato profilo.

 
 © Torino Internazionale 2006