contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 18 settembre 2003
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
Imprenditorialitŕ e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
Qualitŕ urbana
Tamtam
Eco dalle cittŕ
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Formazione e ricerca | Il Piano | Formazione e lavoro | Valorizzare il capitale umano 'a rischio'
 
 
VALORIZZARE IL CAPITALE UMANO 'A RISCHIO'
 
 

Si tratta di un insieme di azioni che intendono favorire la formazione per alcune fasce di popolazione.
La prima azione si rivolge agli immigrati attraverso interventi nei seguenti filoni: formazione dei laureati, finalizzata a formare risorse professionali in grado di proporsi alle imprese come collegamento con il mercato del paese di provenienza, in modo da facilitare l’internazionalizzazione del sistema economico locale; formazione dei diplomati finalizzata alla formazione di figure non disponibili sul mercato o inadeguate; formazione di prima qualificazione per creare quelle figure professionali per le quali l’offerta è praticamente inesistente.

La seconda azione prevede la realizzazione di una rete per la teleinformazione da organizzare secondo diverse unità funzionali distinte in unità di gestione del progetto, unità di gestione della rete informativa, unità di formazione dei formatori, unità di coordinamento e supervisione. Si intende entrare in sinergia con esperienze già esistenti come il progetto Torino 2000 e Piemonte in Rete per la rete infrastrutturale e come Andromeda, per il tipo di attività.

La terza azione prevede la realizzazione di una rete di punti informativi, presso alcuni istituti scolastici superiori, per l’orientamento universitario. I punti attivati dal progetto (denominato CIAO) sono concepiti come sportelli a gestione mista (docenti, studenti, genitori) per una informazione integrata ed assistita, che metta a disposizione l’accesso alle risorse informative (banche dati) sia locali, che nazionali ed internazionali. Tali punti informativi possono essere concepiti anche come servizio alla cittadinanza, in un’ottica di formazione permanente.

Soggetti coinvolti
Soggetti legati al mondo della formazione e del lavoro (imprese, istituti scolastici, enti di formazione professionale), ma anche le organizzazioni sociali (organizzazioni sindacali, associazioni di categoria e loro enti di formazione). Non bisogna poi dimenticare come alcune di queste azioni richiedano supporto tecnico (Telecom, Csp). Alcune esperienze, come la teledidattica del Politecnico, suggeriscono inoltre il coinvolgimento di quei soggetti già impegnati (Corep) in interventi simili.
Per quanto riguarda il progetto CIAO sono già stati individuati i cinque Istituti che potrebbero avviare le esperienze pilota (I° Liceo Artistico, ITC Arduino, ITC Marro, Liceo scientifico Curie, Liceo Europeo).
Le risorse possono essere reperite da alcune leggi già attivate (L. 440/97 del Ministero della Pubblica Istruzione), dai tavoli di concertazione (Patto sociale). Per la formazione degli immigrati è ipotizzabile una spesa di due miliardi l’anno per un quinquennio.

 

  ¤ luglio 2002  
  ¤ giugno 2002  
  ¤ aprile 2002  
  ¤ febbraio 2002  
  ¤ gennaio 2002  
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.