contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 21 maggio 2003
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
Imprenditorialitŕ e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
Qualitŕ urbana
Tamtam
Eco dalle cittŕ
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Imprenditorialitŕ e occupazione | Il Piano | Apparato produttivo innovativo | Creare condizioni di crescita per le imprese del settore ITC
 
 
CREARE CONDIZIONI DI CRESCITA PER LE IMPRESE DEL SETTORE ITC
 
 

La profondità e l’ampiezza di competenze specifiche e di cultura locale della Città nel settore ICT sono state determinanti nella decisione di Motorola di stabilire a Torino il proprio Centro Europeo per la Ricerca sulla Telefonia Mobile di terza generazione. Questa decisione, avvenuta dopo aver posto a confronto diverse localizzazioni, riconosce all’area torinese condizioni di ottimalità operativa per aziende del settore che debbano puntare per il successo su condizioni ambientali e culturali adatte a generare innovazione.

Torino può candidarsi per iniziative di investimento settoriale. Inoltre, la struttura industriale dell’area, con prevalenza di aziende meccaniche, sarà nei prossimi anni fonte di una importante domanda di prodotti ICT, di e-business ed e-commerce.

E’ opportuno che Torino orienti la propria azione promozionale settoriale candidando l’area: per aziende che debbano creare Centri di Ricerca e Sviluppo o settori produttivi ad alto contenuto innovativo, dovendo contare su economie esterne provenienti da una ampia disponibilità di personale di alta qualificazione professionale e da collaborazioni con strutture di R&S di elevata qualificazione, per aziende specialistiche nel settore dell’informatica e delle telecomunicazioni.

Infine l’area torinese presenta condizioni adatte per accogliere una prossima fase di sviluppo dei call centers. Torino è una città in grado di offrire un ampio volano di popolazione scolastica e scolarizzata adatta ad alimentare una consistente domanda di call centers.

Soggetti coinvolti
L’offerta di adatte condizioni ai potenziali investitori deve anticipare la domanda e deve nascere da una esplicita volontà della comunità locale, ossia dalla collaborazione fra ITP, l’Università, il Politecnico, la Città di Torino e quelle della Provincia interessate, la Provincia, la Regione Piemonte, le organizzazioni Sindacali e di Categoria, per dare una risposta ai principali problemi localizzativi, di formazione di personale con profili professionali tipici settoriali, di specifiche infrastrutture fisiche, di adattamento allocativo, di strutture di accoglienza.

 

  ¤ febbraio 2003  
  ¤ novembre 2002  
  ¤ aprile 2002  
  ¤ gennaio 2002  
  ¤ dicembre 2001  
  ¤ luglio 2001  
  ¤ maggio 2001  
  ¤ febbraio 2001  
  ¤ dicembre 2000  
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.