contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 20 settembre 2003
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
ImprenditorialitÓ e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
QualitÓ urbana
Tamtam
Eco dalle cittÓ
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Sistema Internazionale | Approfondimenti | Tesi | Trasformare una cittÓ, il caso di Berlino
 
 
TRASFORMARE UNA CITTÓ, IL CASO DI BERLINO
Tesi di laurea in Scienze della Comunicazione presentata alla FacoltÓ di Lettere e Filosofia dell'UniversitÓ degli Studi di Torino nell'anno accademico 2001-2002.
 
 

Autore: Simona Franco

La globalizzazione dell´economia e l´emergere di una cultura a sua volta globale ha alterato in modo assai profondo la realtà sociale, economica e politica delle città. I massicci sviluppi in particolare nel campo delle telecomunicazioni e l´espansione dell´informatica hanno reso possibile la trasmissione istantanea delle informazioni provocando la tendenza alla dispersione spaziale delle attività economiche; le conseguenze di questo fenomeno sono molteplici, prima fra tutte la svalorizzazione dei "luoghi" in quanto centri di determinati tipi di attività e funzioni, conseguenza che ha indotto molti studiosi e politici a proclamare la "morte della città", in quanto entità economica obsoleta.

Tale rappresentazione, tuttavia, è solo parziale. Accanto ai fenomeni di dispersione spaziale delle attività economiche, compaiono nuove forme di centralizzazione territoriale delle funzioni di direzione e di controllo. Ciò che accade dunque non è la fine della città, ma la sua trasformazione complessiva. Il mutamento della struttura urbana, che ha interessato le maggiori metropoli americane ed europee, consiste in una vasta serie di fondamentali processi sociali, economici e politici: il declino delle città a tradizione industriale, l´emergere dei servizi specializzati e della finanza come settori dinamici d´avanguardia nelle economie avanzate, la globalizzazione economica, le migrazioni internazionali e i nuovi tipi di disuguaglianza tra città.

Tutti questi processi hanno cambiato in maniera sostanziale i rapporti tra le città nell´ambito della competizione mondiale, e il passo è accelerato dalla netta divisione tra i vincitori e i perdenti. Si assiste ad un´aperta concorrenza fra le principali metropoli per l´accesso a mercati sempre più globalizzati di risorse e attività che vanno dall´investimento estero all´acquisizione di funzioni di direzione e controllo, dalle istituzioni internazionali al turismo e alle manifestazioni multinazionali. Alcune città divengono parte dei circuiti transnazionali ed hanno rafforzato il proprio ruolo, mentre altre vengono ad essere scardinate dai principali centri di crescita economica delle rispettive regioni o nazioni. Ma la rivoluzione in atto non riguarda solamente la nuova geografia urbana; l´impatto dei processi sociali cambia radicalmente anche la struttura interna della città, alterando l´organizzazione del lavoro, la distribuzione dei guadagni, la composizione dei consumi e producendo nuove disuguaglianze sociali.

Tutti gli stravolgimenti nell´ambito delle nuove funzioni e dei nuovi ruoli affidati alle città, che hanno caratterizzato la fine del XX secolo, hanno dunque reso necessaria un´opera di rinnovamento urbano e di trasformazione repentina, che rimettesse in discussione l´idea stessa di città e le sue modalità di crescita.

Lo scopo principale di questa tesi è proprio quello di analizzare la trasformazione urbana in atto, cercando di comprenderne le caratteristiche principali, gli strumenti di sviluppo utilizzati, le motivazioni sostanziali e il senso del rinnovamento. Per fare questo la mia ricerca si è basata su un caso concreto, forse l´esempio più evidente di città in trasformazione in Europa: Berlino.

Per analizzare la trasformazione di Berlino mi sono servita di una serie di "strumenti" di sviluppo; alcuni di essi sono in comune con tutte le altre metropoli che sperimentano un periodo di conversione; altri sono, invece, specifici della città analizzata.

Nel cap. I descrivo a grandi linee il cambiamento sociale ed economico di Berlino da un punto di vista storico; il periodo esaminato si riferisce agli anni successivi la costruzione del muro sino ai giorni nostri. Una parte è, inoltre, dedicata all´analisi delle potenzialità e dei deficit della città.

Nel cap. II considero la costruzione dell´immagine di Berlino in quanto misura usata per la definizione del proprio ruolo, della propria identità e per rendersi riconoscibile nei confronti sia degli abitanti che degli stranieri.

Nel cap. III mi occupo del rinnovo urbanistico e architettonico della città, analizzando in particolar modo i progetti salienti della ricostruzione: il quartiere governativo; Potsdamer Platz; la nuova stazione centrale; i progetti per la memoria dell´Olocausto, vale a dire il monumento, il museo ebraico e la mostra "Topografia del terrore".

Nel cap. IV cerco di analizzare che ruolo hanno i "grandi eventi" nello sviluppo sociale urbano, considerandone i possibili effetti positivi e negativi e descrivendo l´evento specifico che ha interessato e interessa tuttora la capitale tedesca.

Nel cap. V considero il fenomeno del marketing urbano, inteso come l´insieme delle attività avviate a livello locale per la promozione dei luoghi, esaminando l´esperienza berlinese della società di marketing Partner für Berlin.

Nel cap. VI approfondisco l´analisi delle concezioni di sviluppo strategico attuate nelle metropoli, prendendo ad esempio il BerlinStudie. Del piano strategico di Berlino analizzo l´organizzazione, i contenuti, gli obiettivi, le sfide, le linee strategiche e i campi d´azione.

Il cap. VII è dedicato all´analisi delle possibilità di implementazione del piano strategico berlinese, considerando i punti deboli di tale realizzazione, le critiche e gli scenari di sviluppo.

Nel cap. VIII considero il BerlinStudie nel contesto europeo attraverso la descrizione di altri piani strategici, in particolare quelli di Londra e Vienna in quanto facenti parte della "terza generazione di piani strategici" insieme al BerlinStudie; le altre concezioni strategiche esaminate sono quelle di Barcellona, Lione, Francoforte, Bilbao e Torino. Di tutti i piani metto in evidenza, attraverso una griglia comparativa, le differenze e le somiglianze più importanti.

Scaricare i capitoli della tesi in formato .pdf:

  • Parte I (713 Kb) - Indice, Introduzione, La trasformazione economica e sociale di Berlino
  • Parte II (189 Kb) - La costruzione dell´immagine di Berlino
  • Parte III (758 Kb) - Il rinnovo urbanistico e lo sviluppo urbano
  • Parte IV e V (336 Kb) - Il ruolo dei grandi eventi nello sviluppo sociale urbano, Il marketing urbano-uno strumento di sviluppo per la città
  • Parte VI e VII (484 Kb) - Concezioni di sviluppo strategico per le metropoli - l´esempio del BerlinStudie, L´implementazione del BerlinStudie
  • Parte VIII (648 Kb) - Il BerlinStudie nel contesto europeo, Epilogo, Appendice, Riferimenti bibliografici
 
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.