contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 28 luglio 2003
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
ImprenditorialitÓ e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
QualitÓ urbana
Tamtam
Eco dalle cittÓ
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Qualita' urbana | Approfondimenti | Biennale dell'eco-efficienza
 
 
BIENNALE DELL'ECO-EFFICIENZA
Gli interventi presentati nel corso del workshop "Politiche per la mobilitÓ sostenibile nelle aree urbane" organizzato da Torino Internazionale
 
 

L´ambiente crea valore e rappresenta una chiave per il successo e la competitivita di un´azienda moderna. Investire in processi innovativi e rispettosi dell´ambiente e delle risorse non è più solo un costo, ma un fattore di crescita delle imprese. Produrre secondo criteri di eco efficienza unisce gli obiettivi di redditività con quelli di sostenibilità ambientale, permettendo una gestione responsabile delle attività. Il tutto in linea con la crescente sensibilità ecologica dei consumatori, che sempre più stanno orientando le proprie scelte di acquisto verso prodotti a basso impatto ambientale.

Il principale obiettivo di Eco-efficiency Biennal è dimostrare che l´eco-efficienza, che si traduce in un minor uso di energia e risorse, in una riduzione della produzione dei rifiuti, è già oggi realizzabile e realizzata attraverso numerosi prodotti utilizzabili nel quotidiano.

POLITICHE PER LA MOBILITA´ SOSTENIBILE NELLE AREE URBANE
Workshop di Torino Internazionale

Con l´obiettivo di stimolare la riflessione e l´elaborazione di politiche strategiche, Torino Internazionale ha organizzato all´interno della biennale dell´Eco-efficienza un workshop di confronto tra esperienze europee innovative e progetti per l´area torinese.

Il Workshop si è concentrato su quelle politiche per la mobilità sostenibile che assumono quale campo di applicazione la gestione della "domanda" più che le politiche di offerta. Spesso infatti si ritiene che la soluzione dei problemi posti dalla crescita della mobilità urbana comporti, quale condizione necessaria e sufficiente, l´adozione di modi di trasporto a "ridotto impatto ambientale" (sia sul lato del trasporto privato che sul lato del trasporto pubblico). L´adozione di politiche integrate di gestione della mobilità, che sappiano valorizzare anche le nuove tecnologie (ma non solo quelle) nell´ambito di scenari di assetto urbano e del sistema dei trasporti avanzati e innovativi rappresenta invece la vera scommessa sul fronte della sostenibilità dello sviluppo delle nostre città.

Con l´ausilio di alcuni prestigiosi istituti di ricerca specializzata, nell´ambito del workshop sono state esaminate due esperienze europee e una italiana: il caso di Zurigo, esempio all´avanguardia di integrazione di strumenti diversi per la gestione della mobilità, e il caso di Londra, con i primi risultati ottenuti dalla clamorosa iniziativa del "ticket charge", ovvero del pagamento di un biglietto per l´ingresso in città con l´automobile. La città di Ferrara ha illustrato i progetti legati alla diffusione dell´uso della bicicletta.

Dopo la discussione sulle best practice menzionate, il dibattito ha concentrato l´attenzione sul "caso Torino": quanto è stato fatto fino ad ora per adottare quel criterio di sostenibilità che dovrebbe guidare l´operato delle amministrazioni nella gestione della mobilità, e quali sono le prospettive future: sia da parte dell´iniziativa privata, con l´introduzione del car sharing, sia da parte dei soggetto pubblici coinvolti.

Gli interventi del workshop:

Dall´Agenda del sito di Torino Internazionale

Comunicati stampa

Alcuni link per approfondire la discussione

  • Associazione delle città italiane per la mobilità sostenibile e lo sviluppo dei trasporti
  • La sezione "mobilitè sostenibile" del ministero dell´Ambiente
  • Associazione dei Mobility Manager
  • European Platform on Mobility Management
  • Commissione Europea - Direzione Generale Trasporti ed Energia
  • Istituto Ambiente Italia
  • Istituto Trasporti e Territorio
 
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.