contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  
 
 
 
Torino 20 marzo 2005   english   help   contatti   mailing list
 
 
Temi Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
Imprenditorialitŕ e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
Qualitŕ urbana
Tamtam
Editoria
Agenda
Associazione
Piano Strategico
 
Home | Cultura, turismo, commercio e sport | Approfondimenti | L'eredita' dei Giochi Olimpici Torino 2006
 
L'EREDITA' DEI GIOCHI OLIMPICI TORINO 2006
SPECIALE REDAZIONE, 2005
 
 

A un anno dai Giochi Olimpici del 2006, la Città di Torino, in collaborazione con l’Associazione Torino Internazionale e con la partecipazione della Provincia di Torino, della Regione Piemonte e dell’Università degli Studi, ha organizzato un convegno internazionale dal titolo: “Torino 2006 voglia di Olimpiadi - Domande e risposte sui Giochi e la loro eredità”.

Sempre più città decidono di ospitare grandi eventi, intendendoli come opportunità di riposizionamento sulla scena internazionale e occasioni di rigenerazione urbana. Un’attenta programmazione dell’eredità di tali eventi costituisce la base per una fruttuosa strategia di marketing urbano, adottata anche da Torino coinvolta oggi nell’esperienza olimpica.

Nel corso delle tre sessioni si sono alternate relazioni di esperti, italiani e internazionali, e tavole rotonde, in un dibattito per fare il punto sull’esperienza di altre città che in passato hanno ospitato le Olimpiadi, valutando le attese del nostro territorio.

La scheda e il programma completo (dal sito Torino Internazionale)

Gli studiosi internazionali intervenuti al convegno:

HARRY H. HILLER
Harry H. Hiller è professore di Sociologia all’Università di Calgary, dove lavora dal 1972. È stato Capo del Dipartimento of Sociologia dal 1982 al 1988; dal 1990 al 1993 è stato membro del Comitato Esecutivo dell’Associazione di Sociologia e Antropologia Canadese. È stato Social Science Research Fellowship alla Facoltà di Scienze Sociali dell’Università di Calgary nel 2005, Sproul Yellow all’Università di Berkeley nel 2004, Visiting Professor all’Università di Cape Town nel 1997. Fra i suoi interessi di ricerca c’è il monitoraggio dell’impatto urbanistico di Mega-Eventi come Olimpiadi e Fiere Mondiali. Su questo tema ha realizzato una ricerca per l’Università di Cape Town in relazione alla candidatura olimpica della città.

JEAN-LOUP CHAPPELET
Jaean-Loup Chapellet dal 1993 è professore di management publico all’IDHEAP (Institut de hautes études en administration publique) associato all’Università di Losanna, che dirige dal 2003. In Svizzera dal 1982, ha lavorato per cinque anni per l’amministrazione del Comitato Internazionale Olimpico come responsabile del dipartimento informatico e, in seguito, in una grande società di consulenza aziendale. Dal 1993 la sua attività d’insegnamento e le sue ricerche sono indirizzate al management dell’informazione e delle sue tecnologie, come pure al management delle organizzazioni sportive non profit. Ha assunto il mandato di direttore tecnico delle candidature della città di Sion ai Giochi Olimpici Invernali 2002 e 2006. Ha inoltre lanciato, nel 1995, il primo corso di management dello sport in Svizzera. È membro dei consigli di fondazione AISTS (Académie internationale des sciences et techniques du sport), FS3 (Fondation Sport, Science et Société) e FDDM (Fondation pour le développement durable des régions de montagne).

HOLGER PREUSS
Holger Preuss è professore alla Facoltà dello Sport dell’Università di Johannes Gutenberg in Germania. Ha insegnato Economia dello Sport e Amministrazione dello Sport. Dal 1995 al 2002 è stato assistente scientifico all’Università del Mainz ed è un socio del Squadra Olimpica di Ricerca. Le sue ricerche riguardano l’impatto economico degli eventi sportivi, in particolare le implicazioni economiche connesse all’ospitalità delle Olimpiadi, da Monaco 1972 a Pechino 2008.

RICHARD CASHMAN
Richard Cashman è Professore e Direttore Associato al Centro Australiano per gli Studi Olimpici (ACOS) con sede all’Università Politecnica di Sydney (UTS) che è punto di riferimento nazionale per le ricerche sui Giochi olimpici, continuando il lavoro dei tre centri delle Università di New South Wales, Queesland e South Australia. Gli interessi di ricerca di Cashman riguardano la legacy urbana e le politiche post-olimpiche, la storia delle Olimpiadi e i loro effetti sulla società locale e le città ospiti.

MIQUEL DE MORAGAS
Professore di Teoria della Comunicazione e Direttore dell´Istituto di Comunicazione dell´Università Autonoma di Barcellona, è stato fra i principali sostenitori della Facoltà di Scienze della Comunicazione della quale è stato direttore di Dipartimento, decano (1978-1980, 1982-1984) e fondatore della biblioteca. È stato Vicerettore di ricerca nella stessa Università (1986-1990) e Segretario generale della Scuola di Giornalismo del CIC dal 1968 al 1972. Autore di vari manuali di teoria e sociolaogia della comunicazione, ha pubblicato studi di semiotica, politica della comunicazione, nuove tecnologie, comunicazione e cultura di massa. Direttore del Centro di Studi Olimpici e dello Sport dell´Università Autonoma di Barcellona dal 1990, ha diretto diverse ricerche internazionali. Attraverso il Centro Studi della UAB a Bellaterra, svolge una funzione generale di consulenza scientifica per il Centro Studi del Museo Olimpico di Losanna e coordina un network internazionale di studiosi impegnati nella ricerca sui Giochi Olimpici.

Gli interventi (files .pdf):

  • Successi e debolezze delle Olimpiadi Invernali nel passato, prof. Jean-Loup Chappelet: intervento (parte 1 e 2)
  • Mega eventi e identità del territorio, prof. Harry H. Hiller: intervento e abstract
  • Olimpiadi come investimento economico a lungo termine, prof. Holger Preuss: intervento
  • Ciudad Olímpica y Comunicación, prof. Miquel de Moragas: intervento e abstract
  • Legacy urbana dopo i Giochi, prof. Richard Cashman: intervento e abstract
  • The Olympic Legacy: possible scenarios for territory, prof.Crivello, Dansero, De Leonardis, Mela : intervento
  • Il senso del Convegno. Dal monitoraggio alla programmazione dell’eredità, prof. Chito Guala: abstract
  • Scenari di sviluppo per i territori olimpici montani dopo l’evento, prof. Piervincenzo Bondonio: abstract

Rassegna stampa:

Rassegna video (file .wmp, richiede Windows Media Player):

 
 © Torino Internazionale 2004-2006. Tutti i diritti sono riservati.