contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  
 
 
 
Torino - 15 maggio 2006   english   help   contatti   mailing list
 
 
Piano Strategico 2
Tamtam
Editoria
Agenda
Rassegna Stampa
Piano Strategico 1
Piano Strategico 2
 
Home | tamtam | Archivio | Anno 2005 | 2005/2
 
2005/2
 
 

La società della conoscenza è il perno attorno a cui ruota il secondo Piano Strategico di Torino. Introdotta a Lisbona, definita obiettivo strategico dall’Unione Europea per il decennio 2000-2010, come bene economico e sociale la conoscenza è una membrana che si lascia permeare da discipline, ambiti, espressioni, secondo modalità diverse che tamtam 2005/2 vuole presentare.

La ricerca come fattore di innovazione e di sviluppo è la base del modello della Tripla Elica, introdotto da Henry Etzkowitz e Loet Leyesdorff, che discute quale sia il sistema virtuoso d’interazione tra università, impresa e governo. Dal punto di vista delle applicazioni pratiche, nei settori a progressione più rapida, come quello delle tecnologie informatiche, il target non è più soltanto conoscere, ma essere creativi e mettere a disposizione di altri i risultati della propria ricerca: questo obiettivo persegue la filosofia dei creative commons.

Il tasso di creatività di un’area territoriale è anche un indice misurabile attraverso la frequenza con cui episodi d’innovazione si radicano in strutture capaci di coltivarne le potenzialità. I territori accoglienti sono anche i più apprezzati da chi, avendo come termine di riferimento il mercato internazionale, cerca vantaggi localizzativi nei luoghi in cui decide di insediare la propria attività imprenditoriale. La competizione fra regioni è una circostanza dell’Europa contemporanea, dove il nuovo Rinascimento si gioca tutto intorno alla trasformazione dell’economia e della società che la sorregge. Modelli produttivi e finanziari nuovi fronteggiano l’inadeguatezza di modelli sociali tradizionali che faticano a cogliere le opportunità di rilancio nascoste nelle pieghe del cambiamento. Anche la cultura, artistica o scientifica, cerca uno stile diverso e torna a occuparsi del patrimonio, non tanto per conservarne la memoria quanto per valorizzarne la fruizione da parte di strati sociali larghi per quanto possibile.

Fotografie di copertina e della rubrica Shot: Museo di Anatomia Umana di Torino

 

  ¤ Un tentativo di filologia economica  
  ¤ La tripla elica  
  ¤ Creative Commons Public Licenses  
  ¤ Da Silicon Valley a Salerno  
  ¤ Il primo passo verso Internet  
  ¤ Una leva per lo sviluppo  
  ¤ Come liberta' e come risorsa  
  ¤ La governance della globalizzazione  
  ¤ Dalle mostra alle collezioni  
  ¤ Un patrimonio insospettato  
  ¤ inside+notes  
 © Torino Internazionale 2006