contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 19 settembre 2003
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
ImprenditorialitÓ e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
QualitÓ urbana
Tamtam
Eco dalle cittÓ
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Cultura, turismo, commercio e sport | Il Piano | Patrimonio culturale | Promuovere Torino come 'CittÓ del Cinema' | marzo 2003
 
 
MARZO 2003
 
 

Al Politecnico un nuovo corso di Laurea in Ingegneria del Cinema

Il progetto della laurea triennale in Ingegneria del Cinema e dei Mezzi di Comunicazione, prima in Italia, ha da poco ottenuto il parere favorevole del Senato accademico e del Comitato di Coordinamento Regionale; deve ancora venire approvato dal Ministero, ma sarà inserito nella guida di orientamento ai corsi per l´anno 2003-2004, in distribuzione ad aprile. E´ una laurea di primo livello, che nasce quest´anno in via sperimentale, e verrà confermata in futuro in base al successo che otterrà presso gli studenti.

Il nuovo corso di studi avrà un carattere fortemente interdisciplinare. L´intento è di creare delle nuove figure professionali che soddisfino alle attuali richieste del mercato, con un profilo più orientato al contesto applicativo. Gli iscritti studieranno le materie di base dell´ingegneria, ma ne approfondiranno in seguito altre: la comunicazione multimediale, le tecniche e il linguaggio della pubblicità, il cinema e la netculture, la comunicazione visiva, informatica e grafica. Il corso intende fornire agli studenti una visione complessiva dei sistemi che regolano il settore cinematografico ma anche la televisione, il web e la pubblicità.

Il progetto è stato definito con il concorso di numerosi enti esterni ed aziende, quali il Museo del Cinema, la Fondazione Crt e San Paolo, lo Studio Testa, la Rai e Mediaset: in particolare, la Rai potrà mettere a disposizione degli allievi le attrezzature e i laboratori di cui dispone, stipulando una convenzione con il Politecnico. Nei prossimi giorni saranno definiti il programma e gli obiettivi formativi del corso e la precisazione degli accordi con i diversi enti che aderiscono al programma.

tratto da "la Repubblica", Cronaca di Torino, giovedi 13 marzo 2003

 
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.