contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  
 
 
 
Torino 9 novembre 2005   english   help   contatti   mailing list
 
 
Temi Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
Imprenditorialitŕ e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
Qualitŕ urbana
Tamtam
Editoria
Agenda
Associazione
Piano Strategico 2
 
Home | Cultura, turismo, commercio e sport | Linea strategica 5 | Patrimonio culturale | Riqualificare e potenziare il sistema museale urbano centrale | aprile 2003
 
APRILE 2003
 
 

Nove milioni di euro per Palazzo Madama

Nove milioni di Euro saranno spesi per il riallestimento delle sale espositive del Museo Civico d’Arte Antica di Palazzo Madama.

La Giunta comunale ha approvato questa mattina, su proposta dell’assessore Fiorenzo Alfieri, il progetto preliminare dei lavori che renderanno possibile l’allestimento delle collezioni e quindi la riapertura al pubblico del museo, nella sua sede interamente rinnovata.

“Questi interventi - spiega l’assessore Alfieri - consentiranno il recupero funzionale di tutti gli ambienti espositivi situati ai diversi piani del Palazzo Madama. I lavori dei quali abbiamo approvato stamattina il progetto preliminare - sottolinea Alfieri - costituiranno il coronamento del ciclo di interventi avviati sin dal 1997 e che hanno già portato alla riapertura al pubblico della Sala del Voltone e dello Scalone aulico, nell’avancorpo juvarriano.”

Comunicato stampa del Comune di Torino, martedì 15 aprile 2003

A giugno viene inaugurato il Museo dei Diritti e delle Libertà

Nasce il Museo dei Diritti e della Libertà; la sede, che s’inaugurerà il prossimo 2 giugno, è in via del Carmine 13, all’interno di un edificio di 4.000 mq. che ospiterà i nuovi spazi di due istituzioni culturali cittadine: l’Istituto Piemontese per la storia della resistenza e della società contemporanea e l’Archivio nazionale cinematografico della resistenza. Lo spazio disponibile per il Museo dei Diritti e della Libertà sarà di 700 mq.

L’assessore alla Cultura, Fiorenzo Alfieri, affiancato dal dirigente comunale del Settore musei Daniele Lupo Jallà, ha presentato stamane a Palazzo civico l’iniziativa, nell’ambito della seduta della Commissione cultura, presenziata da Paola Monaci.

“Il progetto - ha spiegato il Dr. Jallà - si è sviluppato in tre anni di lavoro. E’ un progetto innovativo che vede la nascita di un museo diffuso, che va a collegarsi, anche interattivamente, ai luoghi urbani ed extraurbani ed in rete con i musei ed i centri culturali che ne condividono l’ispirazione. Di rilievo - ha spiegato il dirigente - gli archivi cartacei e fotografici che lo rendono, sotto quest’aspetto, unico in Italia”.

“Il museo non sarà permanente - ha continuato Jallà - ma sarà continuamente rinnovato, considerati gli spazi che abbiamo a disposizione. Questa struttura svolgerà anche la funzione di centro dei diritti umani, con gli atenei torinesi, gli Enti e le associazioni di riferimento.” Il responsabile dei musei torinesi, ha concluso elencando le manifestazioni, le mostre e le iniziative in calendario da giugno fino al 2006.

“Lo spirito e gli ideali che animeranno questa proposta museale - ha evidenziato Alfieri - comprenderanno sia la parte tragica del secolo passato ma anche la parte dolorosamente positiva, i sacrifici occorsi per raggiungere la pace e la libertà. La gestione del museo - ha precisato l’assessore - sarà interistituzionale, con la Provincia di Torino, la Regione Piemonte, le Comunità montane, l’Università e i due istituti presenti nella struttura. Non si può, quindi, considerarlo un museo civico - ha chiarito - e per la nostra parte, la conduzione sarà a cura dell’assessorato alla Cultura ed operativamente del settore Musei della Città. In prospettiva è probabile la nascita di un’associazione ad hoc.”

“Nel primo convegno che si terrà quest’anno - ha concluso Alfieri - auspico che dal dibattito possano emergere le indicazioni necessarie alla nascita del comitato scientifico, primo gestore delle scelte d’indirizzo”.

Comunicato stampa del Comune di Torino, venerdi 28 marzo 2003

 
 © Torino Internazionale 2004-2006. Tutti i diritti sono riservati.