contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 29 settembre 2003
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
Imprenditorialitŕ e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
Qualitŕ urbana
Tamtam
Eco dalle cittŕ
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Cultura, turismo, commercio e sport | Il Piano | Sport | Aumentare e migliorare la fruibilita' degli impianti sportivi | giugno 2003
 
 
GIUGNO 2003
 
 

Il Torino Calcio ha presentato a Palazzo Civico il progetto del nuovo Stadio Comunale

E’ stata illustrata, questa mattina a Palazzo civico, in Sala Orologio, l’ipotesi di ristrutturazione dello Stadio Comunale da parte della Società Torino Calcio S.p.A.

Ad ascoltare il Presidente del Torino Calcio Tilli Romero e il “Patron” Francesco Cimminelli le tre Commissioni consiliari, la I presieduta da Gioacchino Cuntrò , la V presieduta da Paola Monaci e quella Olimpica da Gavino Olmeo. Erano presenti anche gli assessori Paolo Peveraro e Renato Montabone.

“Questo progetto - ha introdotto Tilli Romero - segue un percorso rigidissimo dove il criterio guida di tutta l’operazione è il rispetto, la salvaguardia e il ripristino delle tradizioni architettoniche, originarie degli anni ’30, di tutta la costruzione. E’ un giorno importante perché segna la rinascita di questo monumento non solo per lo sport ma anche per il mondo culturale dell’intera città”.

Il progetto è stato presentato, da Francesco Cimminelli, ed esposto con foto-immagini in sala. Novità : i 27.500 posti di capienza e il campo di calcio senza pista di atletica. Vi è poi allo studio anche un progetto sulla Torre Maratona che sarà presentato in seguito.

Lo Stadio Comunale avrà una copertura completa delle tribune (curve comprese) di materiale plastico di color azzurro - verde e avrà la caratteristica di non far filtrare i raggi solari sul campo di calcio, ma solo la luce, cosi da consentire un ottima visibilità a tutti gli spettatori. La copertura totale dello Stadio si potrà realizzare attraverso il rafforzamento di tutti i pilastri esistenti.

Lo stadio sarà dotato di parcheggi sotterranei con ascensori che porteranno direttamente alle tribune. Al piano terreno della struttura ci sarà la zona commerciale, la medicina sportiva, Toroc, gli spazi espositivi; al primo piano ci sarà la zona Vip e Ospiti, la tribuna qualità, spazi ristorazione, sala stampa, medicina sportiva e spazi per attività sportive.

Gli spazi tribune saranno composti da tre anelli: il primo anello potrà ospitare 10 mila spettatori, il secondo anello 13.800 spettatori mentre il terzo anello 3.700 spettatori, per un totale di 27.500 spettatori. Nella versione Olimpica i posti allo Stadio saranno aumentati per ospitare un totale di 35 mila spettatori.

“I lavori del nuovo Stadio Comunale - come ha precisato Cimminelli - inizieranno contemporaneamente con quelli del Filadelfia”.

Comunicato stampa del Comune di Torino, venerdì 13 giugno 2003

Definiti i sette campi di calcio con il manto in erba sintetica

Oggi pomeriggio, nella sede dell’Assessorato allo Sport, sono stati definiti sette campi da calcio su otto che verranno ricoperti con manto in erba artificiale. L’ottavo sarà definito successivamente in base al costo complessivo dell’intervento. La decisione è giunta al termine di una riunione dove erano presenti, oltre all’Assessore allo Sport Renato Montabone, i Presidenti di Circoscrizione e alcuni Presidenti delle società calcistiche torinesi.

Sette i campi interessati: Brissogne (circoscrizione 3), Carrara (c.4), Lucento (c.5), River Mosso (c.6), CBS (c.8), Pertusa Biglieri (c.9), Atletico Mirafiori (c.10). Subiranno le stesse modifiche, pur non rientrando nello stesso appalto, i campi di Via Arbe (c.2) (trasferimento del campo di Via Filadelfia) e quello degli Artiglieri da Montagna di corso Vittorio Emanuele. La scelta di questi sette impianti è derivata dal forte utilizzo da parte delle società con circa 14 squadre dal settore giovanile al settore Allievi. Non coinvolte nel progetto la Circoscrizione n.1, in quanto sprovvista di campi da calcio, e la Circoscrizione 7 , per la quale è prevista invece un’opera di ristrutturazione dell’intera zona Colletta e Vanchiglia nel prossimo anno.

I lavori termineranno presumibilmente nel mese di ottobre 2003 e il posizionamento del manto sintetico verrà suddiviso in tre lotti (lotto 1 con tre campi, lotto 2 con 2 campi, lotto 3 con 3 campi), gestiti da tre ditte differenti. In questo modo verrà ottimizzato il lavoro di ogni ditta sui relativi campi. Il costo complessivo dell’operazione è di circa 3.300.000 euro. L’intervento che vede i campi di calcio in terra trasformati in erba sintetica continuerà il prossimo anno con altri otto siti. Nel 2005 verrà completata con gli impianti rimanenti. L’intenzione è quindi di rinnovare 25 campi nell’arco di tre anni.

“La definizione di questi sette campi è un’ulteriore tappa verso il 2006 - commenta l’Assessore Montabone - e significa non solo la costruzione di grandi impianti, ma anche la ristrutturazione degli impianti sportivi di base. La trasformazione che vedremo, e che specialmente i giocatori potranno sperimentare, avrà una ricaduta anche sulla qualità agonistica. Il materiale utilizzato, inoltre, è ecologico e rispetta pienamente le norme e leggi vigenti. Vorrei sottolineare - conclude Montabone - che questo risultato è anche frutto di una collaborazione davvero fattiva con i vertici delle Circoscrizioni cittadine, la FIGC e le società calcistiche”.

Comunicato stampa del Comune di Torino, mercoledì 4 giugno 2003

 
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.