contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 20 settembre 2003
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
ImprenditorialitÓ e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
QualitÓ urbana
Tamtam
Eco dalle cittÓ
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Tam Tam | Archivio | Anno 2001 | Numero 1 | Lavori in corso
 
 
LAVORI IN CORSO
 
 

Torino da scoprire
Internazionalizzazione

Nell´ambito della linea strategica 1, una delle azioni individuate ha previsto la costituzione di un Tavolo di Coordinamento per la realizzazione di un piano di comunicazione integrato ed unitario per la promozione internazionale della citta´ e delle sue risorse. Nell´ambito del tavolo di lavoro costituito da Citta´ di Torino-Progetto Speciale Comunicazione, ITP (Investimenti a Torino e in Piemonte), Turismo Torino, Convention Bureau, Torino 2006, Centro Estero della Camera di Commercio, Unioncamere Piemonte e Torino Internazionale, e´ partita l´iniziativa Torino da scoprire: una campagna per la valorizzazione della citta´ basata sulla stretta collaborazione tra pubblico e privato, un metodo che vede Torino all´avanguardia in Italia. La prima azienda ad aderire all´idea e´ stata l´agenzia Armando Testa, che ha creato gratuitamente la campagna pubblicitaria, successivamente hanno dato il loro contributo e l´adesione banche, imprese private, pubblico/private e associazioni imprenditoriali

Noti nel mondo grazie alla cultura: arte contemporanea
Il pre-tavolo riunitosi in febbraio ha concertato di promuovere la sottoscrizione di un patto tra i soggetti istituzionali (Regione, Enti Locali, Musei, Fondazioni) con prospettive precise relativamente a spazi, competenze, servizi comuni (biblioteche, archivi, didattica, ricerca), criteri generali per l´organizzazione di grandi eventi. Il patto sara´ integrato, nel tempo, con progetti specifici, proposti dalle diverse componenti del sistema pubblico, che cerchera´ inoltre un rapporto costante con i musei e le gallerie private. Per quanto riguarda l´immediato, verra´ sperimentato durante il prossimo mese di novembre un programma sinergico tra le diverse realta´ per promuovere Torino come un luogo di grande interesse per l´arte contemporanea. In quel mese infatti si terra´ la quarta edizione di Luci d´Artista, si svolgera´ Artissima (i cui organizzatori hanno accettato di spostarla dal consueto appuntamento di ottobre), verranno inaugurate mostre di grande risonanza sia al Castello di Rivoli sia alla GAM, le principali gallerie private allestiranno mostre di prestigio internazionale. Per il nuovo "mese dell´arte contemporanea a Torino" Turismo Torino sta gia´ organizzando forme mirate di promozione.

Tavolo di concertazione sul Lingotto
In occasione delle Olimpiadi la zona Lingotto-Mercati Generali subira´ grandi trasformazioni. Oltre all´attivazione - nella parte nord dell´ex fabbrica attualmente in ristrutturazione - di una foresteria per 250 giovani studenti stranieri, della facolta´ di ingegneria dell´auto e dell´istituto di odontostomatologia dell´Universita´, verranno edificati due nuovi padiglioni che dopo l´evento olimpico amplieranno la zona fieristica. Verranno costruiti alberghi, negli ex mercati all´ingrosso sar? allestito il villaggio olimpico e verra´ ricavata una zona di promozione commerciale nel settore eno-gastronomico, un sottopasso colleghera´ corso Unita´ d´Italia con lo stadio Filadelfia con due uscite (per la zona fieristico-congressuale e per il villaggio olimpico).
Tutto questo richiede un coordinamento costante che il tavolo, gia´ costituitosi, mettera´ a disposizione dei diversi partner.

Tavolo di coordinamento sulla formazione professionale
Formazione e ricerca

Per il prossimo 22 marzo e´ stato organizzato un seminario per favorire il dialogo tra i quattro settori che hanno competenza sulla formazione professionale: la scuola, le agenzie formative, le imprese, le istituzioni. Verra´ discusso il problema della sintonia tra domanda di lavoro e offerta adeguatamente preparata con lo scopo di individuare nuove azioni da promuovere nella nostra area metropolitana. Il tavolo non andra´ ad interferire con quelli che gia´ operano nel settore ma si occupera´ dell´insieme delle iniziative che il seminario individuera´ come ulteriormente necessarie. Tra queste e´ prevedibile un impegno forte nei confronti dell´orientamento che, fino ad ora, non presenta nel nostro paese la centralita´ e professionalita´ che sono tradizionali ad esempio in Francia.

Verso un Salone dei mestieri e delle professioni
Nell´ambito della formazione professionale l´Associazione Torino Internazionale sta operando affinche´ si realizzi un Salone dei Mestieri sullo stile di quello che ormai da cinque anni si tiene a Lione (150.000 visitatori nel 2001). E´ stato stilato un business plan proposto alle istituzioni, alle fondazioni bancarie, alle imprese; entro marzo si costituira´ un comitato promotore per approfondire il tema del Salone e dell´orientamento al lavoro.
Il Salone si propone il raccordo mondo del lavoro - giovani - famiglie, tramite la presentazione diretta di esperienze di giovani che gia´ lavorano nel mondo dell´artigianato, del commercio e dell´industria. Non una fiera, ma un insieme di laboratori per fare crescere l´attitudine dei giovani a pensare diversamente il proprio futuro nel mondo del lavoro cosi´ come accade, oltre che in Francia, in Catalogna e in Baviera. Il Salone potrebbe tenersi, per la prima edizione, nei primi mesi del 2002 e vedere protagoniste le Associazioni di categoria e le eccellenze del nostro territorio

Torino capitale della formazione per i tecnici dell´acqua
Il 2 febbrario e´ stato presentato il progetto il progetto della Scuola dell´acqua. Si tratta di un corso di formazione della durata di sei mesi da attuare presso le strutture di corso Unita´ Italia, a disposizione di 25 tecnici dell´acqua provenienti dai paesi in via di sviluppo. L´OIL ospitera´ i corsisti e curera´ i rapporti tra la scuola e gli organismi internazionali. L´iniziativa richiede la collaborazione di diversi enti i quali provvederanno a finanziare ciascuno un certo numero delle 25 borse di studio da 60 milioni l´una che serviranno a coprire le spese dell´operazione. Lo scopo della scuola e´ di contribuire in modo concreto alla soluzione di uno dei piu´ drammatici problemi di gran parte della popolazione mondiale e di costruire una rete di contatti permanenti tra quei paesi e la nostra economia.

Verso un distretto dell´ICT
Sostegno alle imprese e all´occupazione

Il 18 dicembre scorso ha preso avvio, il tavolo di lavoro per la costituzione, in area metropolitana torinese, di un distretto dell´Information e Communication Technology, sotto la presidenza congiunta di Valentino Castellani e di Gilberto Pichetto Fratin, Assessore al Lavoro della Regione Piemonte. Il risultato dell´incontro e´ stato l´affidamento all´Istituto Mario Boella, presieduto da Rodolfo Zich, dell´incarico per un´analisi permanente delle condizioni formative, delle necessita´ di mercato e delle opportunita´ beconomiche e finanziarie della nostra area. Come hanno gis´ dimostrato i casi di Motorola, di Colt e di Telegate, una politica oculata consente a nuovi attori dell´economia internazionale di guardare a Torino come una sede privilegiata - a livello nazionale - per le aziende della net economy. Si tratta ora di dare ulteriore slancio e vitalita´ mettendo insieme i servizi, cercando fondi per avviare nuove imprese, avvalendosi di tutte le risorse economiche che in ambito europeo, nazionale e regionale si possono attirare in area torinese. Nel mese di febbraio si e´ tenuto un seminario per addetti ai lavori, organizzato in collaborazione con McKinsey, in cui si sono analizzati i fattori vincenti dei distretti internazionali piu´ noti (Silicon Valley e Israele), discutendo inoltre con i protagonisti la case history, relativamente nuova, della citta´ di Dortmund. In aprile, nel corso della prossima Assemblea, Andrea Pininfarina e Rodolfo Zich presenteranno il risultato di questi lavori interni, proponendo in sede associativa alcuni punti fermi per l´ulteriore sviluppo di questa ormai connotata potenzialit? della nostra area.

 
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.