contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 19 settembre 2003
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
ImprenditorialitÓ e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
QualitÓ urbana
Tamtam
Eco dalle cittÓ
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Tam Tam | Archivio | Anno 2000 | Numero 1 | Il tempo della rete, il tempo delle connessioni
 
 
IL TEMPO DELLA RETE, IL TEMPO DELLE CONNESSIONI
Editoriale del Presidente ISVOR FIAT
 
 

Da tempo, si sta facendo strada la consapevolezza che la qualità di un´organizzazione è funzioni da un lato della sua capaciti di reagire a fronte delle nuove situazioni che si presentano nell´ambiente in cui opera, dall´altro di avere una progettualità di lungo periodo.

La sfida attuale, per ogni organizzazione, sia pubblica che privata, è legata in particolare alla capacità di ricercare la soddisfazione dell´utenza, la rapidità e flessibilità di adeguarsi, in modo innovativo, ad aspettative e bisogni mutevoli.

Èsicuramente per queste ragioni che sta mutando la morfologia delle organizzazioni. Un po´ in tutto il mondo, dai grandi sistemi organizzativi si sta passando ad architetture più snelle, più articolate, fondate non più solo su autoreferenzialità, regole e gerarchle, ma sul lavoro in team, sui processi orizzontali, sulla comunicazione diffusa e, non ultime, sulle competenze. Nel contempo, anche le piccole organizzazioni sentono la necessità di aggregarsi in sistemi più ampi e sinergici.

Emerge così, con sempre maggiore evidenza, la nuova forma organizzativa chiamata "a rete".

L´organizzazione a rete è un network di soggetti eccellenti nel proprio campo orientati ad un obiettivo comune, che hanno come collante l´ottimizzazione delle reciproche competenze, utilizzano in modo strategico le relazioni con i partner ai fini di una maggiore efficacia ed economicità globale; vivono infine la collaborazione interna ed esterna come valore, sviluppando così una maggiore capacità di scambio, di permeabilità e di adattabilità con altri individui ed organizzazioni.

In particolare, si assiste ad aggregazioni intorno ad uno o più nuclei fondamentali d´indirizzo, di guida, una costellazione di soggetti distinti e diversi, ma riuniti intorno ad una missione condivisa.

Il successo globale delle organizzazioni a rete esiste come prodotto dell´integrazione di questi soggetti e delle loro competenze e quindi ha il suo fulcro nella bontà delle "connessioni" fra le parti: condivisione di valori, flusso d´informazioni, linguaggi e meccanismi d´integrazione, cultura e rapporti interpersonali.

Se questo vale per le imprese che vogliono essere competitive, a maggior ragione vale per le istituzioni pubbliche che più di altre, per loro natura, hanno bisogno di connettersi, in modo strutturale e non episodico, con la società e con i cittadini, stimolando le intelligenze, ispirando verso nuovi obiettivi, trasmettendo una visione e creando infine un´atmosfera positiva per attualizzarla.

Fra le "vecchie" istituzioni, "ciminiere" che si ergono nel mezzo di una collettività indistinta, che sopporta e critica, si va così creando un "tessuto" intermedio ancora molto debole in Italia, fatto di snodi, di connessioni, di giunzioni strutturali, una rete di soggetti coinvolti e partecipi in modo organicoad una missione comune.

Torino Internazionale sta percorrendo questa nuova strada non solo come forma organizzativa, ma come metodo di approccio ai problemi di Torino, una cellula organizzativa centrata su una nuova vision per una città in cammino verso il proprio domani.

Enrico Auteri
Presidente ISVOR FIAT

 
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.