contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 4 settembre 2003
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
ImprenditorialitÓ e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
QualitÓ urbana
Tamtam
Eco dalle cittÓ
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Tam Tam | Archivio | Anno 2003 | Numero 2 | Integrare ricerca e business
 
 
INTEGRARE RICERCA E BUSINESS
La mission della Fondazione Torino Wireless Ŕ quella di promuovere una strategia integrata, coinvolgendo gli attori rilevanti del territorio, per sostenere la crescita delle attivitÓ di ricerca e accelerare i processi di creazione e sviluppo d'impresa.
 
 

Quando mi è stato proposto di dirigere la Fondazione, sono stato combattuto tra l´entusiasmo di affrontare un progetto nuovo e affascinante e il timore di non riuscire a seguirlo con il necessario impegno. Ha prevalso il primo sentimento e ho accettato con la volontà di ridurre fortemente le mie altre attività per dedicarmi con intensità a Torino Wireless.
Si tratta di un progetto che ho seguito fin dall´inizio: un progetto sfidante e innovativo, che si trova ad affrontare numerose criticità che dipendono proprio nella innovatività della proposta. Si tratta infatti del primo distretto nato grazie alla collaborazione di soggetti così diversi e con il supporto del MIUR. Il contesto dell´ICT chiede un progetto di questo tipo.

Indagini svolte recentemente dall´ANIE (Associazione Nazionale Industria Elettrica ed Elettronica) evidenziano come il settore dell´ICT stia attraversando un periodo di difficoltà a livello internazionale, ma in particolare nel nostro Paese. L´impresa italiana del settore nel 2002 ha perso fatturato rispetto al 2001; molto più forte è stata la diminuzione dell´esportazione, dato che evidenzia una minore competitività delle nostre aziende. Tutto ciò sembra collegato alla forte diminuzione degli investimenti per la ricerca, a livello sia pubblico sia privato.

Se vogliamo pensare a un reale rilancio del settore, infatti, il problema va affrontato all´origine, trasformando le opportunità offerte dai risultati più significativi della ricerca in nuove imprese, in grado di generare profitto e di rivitalizzare l´intera filiera. Torino Wireless nasce proprio per integrare ricerca e business. Sono sempre stato convinto della necessità di "orientare" molte delle attività di ricerca verso compiti che possano dare ricadute di tipo industriale tramite le necessarie protezioni. E, in linea con questa convinzione, stiamo lanciando un programma che valorizzi i risultati della ricerca attraverso la politica brevettuale.

In questa direzione va anche l´attività di preparazione delle linee guida per l´emissione dei bandi da parte del Ministero: abbiamo tenuto conto delle competenze delle imprese presenti nell´area piemontese e delle aree di ricerca più attraenti dal punto di vista dello sviluppo d´impresa. Nella proposta di bando, che potrà coinvolgere tutti i partner industriali della Fondazione, è stata riservata una quota per le piccole e medie imprese, i soggetti che con maggiore difficoltà potrebbero sostenere singolarmente costi di ricerca e di sviluppo prodotto.

Grazie all´Accordo di Programmazione Negoziata, sottoscritto il 30 maggio scorso da tutti partner della Fondazione e dal Ministero, le aziende piemontesi potranno partecipare entro poche settimane a un primo bando di 22 milioni di euro, di cui 11 finanziati dal MIUR, che sarà seguito nel prossimo biennio da altri due bandi di 16 e 14 milioni di euro. Parallelamente è fondamentale stabilire un contatto continuo con le best practice già sviluppate sul territorio, sia a livello accademico, sia nel mondo dell´industria. Per garantire questa vicinanza sarà mia cura organizzare incontri periodici con tutti i soggetti coinvolti.

Questo è solo il primo di tanti passi necessari a far sì che il circolo virtuoso del nostro distretto tecnologico sia pienamente attivato. Un´altra tappa importante per la nostra Fondazione è l´avvio di collaborazioni con incubatori e acceleratori di impresa, tramite accordi con le realtà già presenti sul territorio e orientando le nostre attività a loro supporto. Contemporaneamente sarà necessario individuare Venture Capital che dimostrino interesse a occuparsi di imprese di dimensioni ridotte. Per far ciò appare necessario inventare meccanismi nuovi che rendano interessanti alle strutture bancarie la partecipazione a questo tipo di iniziative.

Linfa vitale al progetto sarà data anche dallo stabilire contatti con ricercatori italiani con un´esperienza rilevante e di tipo internazionale in industrie ad altro contenuto tecnologico. È nostra volontà acquisire know how e capacità di generare nuove iniziative imprenditoriali, offrendo ad alcune di questi ricercatori la possibilità di operare in Piemonte per far nascere nuove imprese. L´agenda degli impegni è sicuramente significativa ma siamo sicuri che con la collaborazione di tutti riusciremo a raggiungere i nostri obiettivi.

Gianni Fabri
Direttore Torino Wireless

 
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.