contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  
 
 
 
Torino - 6 novembre 2004   english   help   contatti   mailing list
 
 
Temi Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
Imprenditorialitŕ e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
Qualitŕ urbana
Tamtam
Eco dalle cittŕ
Agenda
Associazione
Piano Strategico
 
  Home | Sistema Internazionale | Linea strategica 1 | Accesso a Torino | Completare il Passante Ferroviario | giugno 2002
 
GIUGNO 2002
 
 

Approvato il protocollo di intesa per il miglioramento del Passante ferroviario e la ricollocazione della stazione di Porta Nuova

La Giunta Comunale, con la deliberazione 20002/04890/22, ha approvato il protocollo d’intesa tra Ministero per le Infrastrutture ed i Trasporti, Regione Piemonte, Comune e Ferrovie che prevede per il Passante ferroviario il passaggio in galleria sotto il fiume Dora e la possibile ricollocazione della stazione di Porta Nuova con riutilizzo dell’area attualmente occupata dai binari.

Il protocollo, già siglato provvisoriamente dal Comune, prevede l’interramento della linea ferroviaria sotto il livello del fiume, la rilocalizzazione di stazione Dora, lo smantellamento della sopraelevata di corso Mortara con conseguente ricucitura del tessuto urbano oggi separato dalla ferrovia e la realizzazione di un nuovo collegamento interrato tra la linea Torino/Ceres ed il passante ferroviario.
Completeranno le opere previste per il nodo ferroviario di Torino la realizzazione della “Gronda Nord” per il transito dei treni merci (nuovo tronco ferroviario che aggirerà la città a nord evitandone l’attraversamento) e la ricollocazione della stazione di Porta Nuova, non più raggiunta da tutte le linee a causa dalla realizzazione della nuova stazione di Porta Susa.

Con la ricollocazione di Porta Nuova sarà possibile ricucire tra loro i quartieri della Crocetta e di San Salvario, oggi separati dai binari che raggiungono la stazione. Per realizzare gli obiettivi del protocollo tra le parti firmatarie saranno sottoscritti due accordi di programma, l’uno per la modifica del percorso del passante ferroviario e l’altro per la definizione gli strumenti urbanistici necessari alla trasformazione dell’area di Porta Nuova.

L’interramento della linea ferroviaria sotto il fiume Dora costerà circa 100 milioni di Euro e dovrebbe essere concluso entro il 2007. Per la risistemazione dell’area di Porta Nuova (per la quale si costituirà un’apposita società) saranno invece predisposti i necessari studi di fattibilità.

Città di Torino, Comunicato Stampa, 27 giugno 2002

 
 © Torino Internazionale 2004-2006. Tutti i diritti sono riservati.