contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  
 
 
 
Torino - 6 novembre 2004   english   help   contatti   mailing list
 
 
Temi Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
ImprenditorialitÓ e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
QualitÓ urbana
Tamtam
Eco dalle cittÓ
Agenda
Associazione
Piano Strategico
 
  Home | Sistema Internazionale | Linea strategica 1 | Accesso a Torino | Sistema Alta Capacita' Transpadano e Transalpino | novembre 2002
 
NOVEMBRE 2002
 
 

Fini: faremo rispettare i patti sull´alta velocità Torino-Lione

«Oltre venti miliardi di euro in 8 anni per le infrastrutture del Nord-Ovest».
Ugo Martinat, viceministro alle Infrastrutture, ha replicato così alle lamentele degli industriali nel convegno organizzato dalle Unioni Industriali di Torino, Milano e Genova sul problema del finanziamento alle infrastrutture, svoltosi all´Unione Industriale di Torino.

Il vicepresidente del Consiglio, Gianfranco Fini, si è soffermato proprio sulla necessità di conciliare gli investimenti con il rigore e la congiuntura. La situazione generale ha comportato la riduzione delle risorse a disposizione, ma secondo Fini è molto più importante che il Governo sia intervenuto eliminando gli ostacoli e predisponendo nuovi strumenti per favorire gli investimenti. Meno certezze ci sono sul fronte internazionale, a partire dal collegamento ferroviario ad alta velocità tra Torino e Lione. I francesi hanno ribadito l´intenzione di realizzare l´opera, ma senza fornire indicazioni precise sui tempi. Attendono la verifica parlamentare che, all´inizio del prossimo anno, prenderà in esame le infrastrutture francesi, dopodiché potrebbe arrivare una risposta definitiva.

Fini ha ricordato l´importanza del ruolo della Commissione europea a favore del rispetto dei trattati sulla libertà di circolazione; un obiettivo che interessa particolarmente l´Italia e Umberto Vattani, rappresentante dell´Italia presso l´Unione Europea, ha annunciato che il nostro Paese, nel corso del prossimo semestre di presidenza dell´Unione, favorirà la realizzazione di una rete di trasporto efficiente ed integrata, proprio per garantire la libertà di spostamento di persone e merci.

Parole di cui gli industriali prendono atto ma che non servono a diminuire il loro livello di attenzione.
Le tre associazioni, infatti, hanno presentato uno studio sui benefici che la realizzazione di 37 progetti prioritari porterebbe alla macroregione. «Se i tempi per la loro realizzazione venissero rispettati, il valore complessivo dei benefici sul sistema economico dell´area sarebbe pari a 115,4 miliardi nei prossimi 10 anni a fronte di un costo totale di 37,2 miliardi», spiega Andrea Pininfarina, Presidente degli industriali subalpini. Tra tre giorni intanto il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, e il ministro alle Infrastrutture, Pietro Lunardi, firmeranno con il Governatore del Piemonte, Enzo Ghigo, e l´assessore ai Trasporti, William Casoni, l´intesa quadro sugli investimenti nel settore giudicati prioritari dal Piemonte. Al primo posto l´alta velocità: la Torino-Lione, la Torino-Milano e il terzo valico (Milano-Genova).

La Stampa, Cronaca di Torino, martedi 12 novembre 2002
Il Sole 24 ore, Economia italiana, martedi 12 novembre 2002

 
 © Torino Internazionale 2004-2006. Tutti i diritti sono riservati.