contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  
 
 
 
Torino - 8 maggio 2006   english   help   contatti   mailing list
 
 
Piano Strategico 2
Tamtam
Editoria
Agenda
Rassegna Stampa
Piano Strategico 1
Piano Strategico 2
 
Home | tamtam | Archivio | Anno 2004 | 2004/3 | La promozione dell'agio
 
LA PROMOZIONE DELL'AGIO
Politiche giovanili in area metropolitana
 
 

Riflettere intorno alle politiche per i giovani, oggi, significa anzitutto discutere che ruolo gli enti locali e le istituzioni possano svolgere, per confrontarsi utilmente con una realtà sociale in continua evoluzione.

Personalmente ritengo che accanto alle tradizionali politiche di prevenzione del disagio (avviate da diversi comuni, fra cui anche Grugliasco) si debbano affermare politiche di promozione dell’agio, basate cioè sulla ricerca di rapporti positivi di reciproca fiducia, fra giovani e istituzioni. Le esperienze più recenti, di cui è un esempio il progetto ‹Giovani Idee a Torino›, maturate grazie alla progettualità dei Comuni di area metropolitana, della Città di Torino e di Torino Internazionale, dimostrano che per rispondere ai bisogni reali delle giovani generazioni è indispensabile stabilire una collaborazione fra pubblico e privato, fra imprese e mondo dell’associazionismo.
I giovani, infatti, ci chiedono di essere ascoltati e non giudicati, accompagnati e non guidati; ci chiedono spazi e opportunità per esprimere le proprie capacità, competenze, passioni, sensibilità, idee. È dunque questo l’obiettivo a cui tendere, per superare stereotipi e qualunquismi sulle politiche giovanili e sui giovani medesimi, troppo spesso tacciati di inaffidabilità e incapacità ad affrontare percorsi progettuali lunghi e complessi.

Durante gli incontri promossi dal progetto, ho avuto modo di incontrare molti di loro, di apprezzarne la sincerità e l’idealità unita a un pizzico di sana incoscienza e velleità giovanile, di discutere le loro proposte e cercare il confronto sulle politiche che l’amministrazione di Grugliasco sta portando avanti: abbiamo quindi discusso di politiche culturali ed educative, di sviluppo economico e del modello di città che stiamo costruendo, delle prospettive di Torino e dell’area metropolitana. Ritengo che fra i maggiori risultati ottenuti con questo progetto ci sia quello di aver dato voce ai giovani, non soltanto ascoltando le proposte che da loro sono venute, ma soprattutto mettendoci in gioco per costruire occasioni di partecipazione, risvegliare un senso di cittadinanza attiva, di conoscenza e spirito critico per il processo di sviluppo in atto nell’area metropolitana.
Applicandoci alle politiche per i giovani abbiamo, in realtà, cercato le opportunità per fare politiche con i giovani, confrontandoci utilmente con un settore sociale che non genera comitati e si organizza facendo più fatica e ottenendo meno visibilità, rischiando sempre di non ottenere il riconoscimento che merita. Tuttavia lavorare insieme, costruendo percorsi e opportunità, significa al tempo stesso rispondere a bisogni immediati e creare le condizioni per costruire tensioni positive, attenzioni e sensibilità in chi dovrà farsi carico, in futuro, dello sviluppo dell’area metropolitana.

Roberto Montà
Assessore alle Politiche Sociali Comune di Grugliasco

GIOVANI E IDEE IN CIFRE
10.000 giovani contattati
2.000 coinvolti nei colloqui
575 idee presentate alla prima selezione
450 partecipanti alle attività di formazione e accompagnamento
41 incontri tematici + 41 focus di approfondimento realizzati
49 partner + 100 esperti di settore, amministratori e politici locali che hanno collaborato
202 progetti riformulati per la seconda selezione
150 idee presentate in Fiera

Giovani e Idee sul sito di Torino Internazionale

 
 © Torino Internazionale 2006