contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  
 
 
 
Torino 16 febbraio 2006   english   help   contatti   mailing list
 
 
Temi Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
Imprenditorialitŕ e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
Qualitŕ urbana
Tamtam
Editoria
Agenda
Associazione
Piano Strategico 2
 
Home | Tam Tam | Archivio | Anno 2005 | 2005/1 | Il secondo Piano strategico
 
IL SECONDO PIANO STRATEGICO
Editoriale dell'Associazione
 
 

Il 2005 sarà l´anno del nuovo Piano strategico di Torino.
Il processo di aggiornamento, del tutto naturale, del documento pubblicato nel 2000 (esito di un lavoro iniziato nel 1998) non ha modificato l’idea che Torino - città dalle interessanti potenzialità, oggi alle prese con una transizione - possa progettare il proprio futuro e aggregare risorse perseguendo un obiettivo di sviluppo socio-economico.

La definizione del nuovo Piano è articolata in tre grossi ambiti: la valutazione di quanto realizzato, l’emersione di una nuova visione, la discussione e condivisione dei nuovi interventi. Il Piano strategico, forse il più delicato fra gli strumenti a disposizione delle città contemporanee, oggi è anche il più usato, è entrato fra i parametri del benchmarking fra città, ha solleticato l’interesse di chi ha potuto verificarne gli effetti - positivi o critici - proprio basandosi su esperienze pionieristiche come quella di Torino.

Èsempre importante ricordare che, nell’attività di pianificazione strategica, tipicamente incentrata sulla concertazione dei fini e la composizione di reti stabili di risorse umane e materiali, il processo, cioè il modo con cui si perviene alle decisioni, è importante almeno quanto il prodotto, cioè gli obiettivi raggiunti e le azioni intraprese.

Per alimentare il processo, fra la primavera e l’inverno del 2005, come 5 anni fa Torino Internazionale farà incontrare, discutere e incrociare priorità e opinioni a un amplissimo network di rappresentanti del mondo politico, economico, sociale, tenendo d’occhio alcuni elementi fondamentali: la rappresentazione più ampia possibile degli interessi, la dimensione metropolitana, la fattibilità economica di azioni e progetti strategici, la definizione di strumenti di valutazione degli interventi previsti, l’attivazione di sinergie fra settori diversi di politiche locali.

La discussione, organizzata attorno ad alcune commissioni tematiche, guidate da referenti scientifici e operativi, e aperta in forma pubblica alla cittadinanza, dovrà rispondere alla domanda posta al centro del nuovo Piano, orientandone energicamente la selezione degli assi strategici: come trasformare Torino nella città della conoscenza.

 
 © Torino Internazionale 2004-2006. Tutti i diritti sono riservati.