contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  
 
 
 
Torino - 8 maggio 2006   english   help   contatti   mailing list
 
 
Piano Strategico 2
Tamtam
Editoria
Agenda
Rassegna Stampa
Piano Strategico 1
Piano Strategico 2
 
Home | tamtam | Archivio | Anno 2005 | 2005/3 | Il primato del design
 
IL PRIMATO DEL DESIGN
Editoriale
 
 

Torino e le sue eccellenze. Tra queste il Design: quello con la D maiuscola. A pochi mesi dai Giochi Olimpici Invernali del 2006, Torino si è aggiudicata per il 2008 il World Design Capital, conferito da Icsid. Il premio, ritirato a Copenhagen, conferma la città come capitale mondiale del design e polo di riferimento internazionale del settore. In Piemonte il design non è mai stato solo un cluster, ma il motore per distretti e filiere industriali.

Dalla rubinetteria del Verbano al tessile nel Biellese, fino all’oro di Valenza, che non sarebbero diventate eccellenze senza un motore creativo di grande livello. Design come elemento strategico in tutti i settori industriali del territorio piemontese: nella nostra regione, come in altre regioni italiane, i distretti industriali sono costituiti da numerose imprese che coniugano strategia, ricerca tecnologica e progettazione.

Valore aggiunto al prodotto, il design è strumento che interagisce a diversi livelli con il sistema dei valori produttivi ed economici, sistema che in Piemonte ha sviluppato comparti d’eccellenza industriali e artigianali. Una tradizione vincente che ha nomi storici conosciuti in tutto il mondo - Pininfarina, Bertone e Giugiaro - e che ha fatto crescere altre giovani imprese come Idea Institute, Tesco e Carcerano. Molti i prodotti che da tempo fanno apprezzare il ‹made in Piedmont› nel mondo: dalle leggendarie macchine per scrivere Lettera22 e Lexicon80 di Olivetti, uscite dalla matita di Nizzoli, ai casalinghi di Alessi. Dalle prime confezioni sotto vuoto della Lavazza, alle innovazioni nel settore della pubblicità di Armando Testa.

Il fiore all’occhiello del capoluogo torinese è senza dubbio il design industriale. Oggi Torino è terreno fertile per i giovani designer, formati da scuole di alto livello che offrono sbocchi professionali di rilevante interesse. Un percorso formativo che si è rafforzato negli ultimi anni con la nascita di istituti specializzati, a sostegno delle scuole tecniche professionali pubbliche o interne alle grandi industrie. Dallo Ied allo Iaad, dai corsi di laurea di disegno industriale ai master del Politecnico di Torino.

Il segreto del successo delle aziende piemontesi è nell’alchimia che nasce dalla passione del fare le cose bene. In Piemonte sono nati eclettici designer e progetti rivoluzionari, talenti al servizio dell’industria che hanno inventato prodotti di successo. Prodotti che hanno caratterizzato i numerosi distretti industriali, dislocati in tutto il territorio piemontese.

Per citarne alcuni: Torino con la Fiat, il Canavese con l’Olivetti, il Biellese con la Fila. Torino e la sua cultura industriale dell’auto rappresentano un grande distretto del progetto e della produzione del veicolo con una ramificata rete di piccole e medie aziende. Una continua creazione e trasferimento di know-how che si genera dal settore del veicolo a cui attingono i comparti più specialistici. Si realizzano così solide relazioni tra le imprese che operano sul territorio: occorre sostenerne le potenzialità e rafforzarne i sistemi produttivi. La città del car design sarà dunque, nei prossimi mesi, al centro di una serie di eventi che promuoveranno l´eccellenza di una tradizione industriale e creativa storicamente ben radicata in Piemonte e con grande potenziale di crescita.

Torino, il Piemonte World Design Capital: la conferma che il Piemonte è terra di innovazione, di eccellenze imprenditoriali, di sperimentazione e di competenze professionali capaci di competere da protagoniste sui mercati internazionali.

Andrea Bairati
Assessore all’Università, Ricerca, Politiche per l’Innovazione e Internazionalizzazione Regione Piemonte

 
 © Torino Internazionale 2006