contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  
 
 
 
Torino - 8 maggio 2006   english   help   contatti   mailing list
 
 
Piano Strategico 2
Tamtam
Editoria
Agenda
Rassegna Stampa
Piano Strategico 1
Piano Strategico 2
 
Home | tamtam | Archivio | Anno 2006 | 2006/1 | Il caso Parigi
 
IL CASO PARIGI
Il Pavillon de l'Arsenal
 
 

Ideato nel 1988, il Pavillon de l’Arsenal è un centro informativo, espositivo e di documentazione sulla politica urbanistica ed architettonica della città di Parigi. Un luogo unico, a disposizione di tutti, per ottenere informazioni sullo sviluppo urbano e le opere architettoniche della città.

Esporre l’urbanistica e l’architettura parigine, documentare i visitatori con la massima precisione, pubblicare testi di riferimento incentrati sul vivere quotidiano, dar voce alla compagine di attori che animano la città: queste sono le iniziative intraprese dal Pavillon de l’Arsenal per permettere al grande pubblico di cogliere l’evoluzione di Parigi e dei suoi progetti, svelando nel contempo lo scenario architettonico europeo.

ESPORRE
Tre sono le tipologie espositive del Pavillon de l’Arsenal.
Al piano terra, con una superficie di 800 m2, la mostra permanente "Parigi, visita guidata. La città storie ed attualità" (curatore scientifico: Philippe Simon, architetto; scenografi: LIN Finn Geipeil e Giulia Andi) spiega l’architettura della città e mostra l´evoluzione della città nei secoli, illustrandone le ultime trasformazioni, le prospettive di evoluzione nel territorio, nella città, nei quartieri e nelle strade.
Con una superficie di 600 m2, il primo piano ospita ogni anno tre grandi mostre tematiche che, affidate ad uno storico, un ricercatore o un architetto che ne curano la progettazione, il catalogo e l’allestimento scenico, forniscono uno spaccato singolare dell’evoluzione della città. Da ottobre 2005 a settembre 2006, il Pavillon de l’Arsenal presenta tre mostre temporanee: "Attualità parigine II" (ottobre 2005 - gennaio 2006), con l’architetto Eric Lapierre come curatore scientifico e l’architetto urbanista Bernard Tschumi come scenografo, "Per strada" (marzo - maggio 2006), mostra dedicata allo spazio pubblico, a cura dello storico Simon Texier, scenografia a cura dell’agenzia di architettura AWP, "Scenografie di architetti" (luglio - settembre 2006), con il critico di architettura Christine Desmoulins come curatore scientifico e l’architetto Dominique Perrault come scenografo.
Da quando ha aperto i battenti, il Pavillon de l’Arsenal ha presentato al pubblico più di quaranta mostre tematiche.
Al secondo piano, il Pavillon de l’Arsenal è adibito a palcoscenico per i concorsi di architettura e di urbanistica della città di Parigi e per le consultazioni urbane. Questo spazio accoglie inoltre alcune mostre di architettura francesi e straniere: New York-Chicago, la Villa Müller a Praga, Vienna Architettura, Neutelings Riedijk Architecten, Actar Arquitectura.

PUBBLICARE
Ogni anno il Pavillon de l’Arsenal pubblica quattro grandi opere. Tra le pubblicazioni di riferimento indispensabili: "Paris - Haussman", "ean Prouvé et Paris", "Identification d’une ville", "Workshop Batignolles Paris - Village olympique Paris 2012", "Aménager Paris". Nel 2006 il Pavillon de l’Arsenal pubblicherà una guida di architettura su Parigi.

DISCUTERE
Il Pavillon de l’Arsenal è anche uno spazio di dibattito, scambio e incontri in cui in cui i protagonisti dell’architettura della città si confrontano con il pubblico, attraverso incontri con architetti oppure convegni sui temi legati all´architettura. Il Pavillon de l’Arsenal ha ospitato in questi anni personaggi del calibro di Massimiliano Fuksas, Patrick Berger, Daniel Buren, Xaveer de Geyter, Francis Soler, Shigeru Ban, Marc Mimram, Daniel Libeskind, Christian de Portzamparc, Jean Nouvel, Jean-Louis Subileau, Toyo Ito, Bernard Tschumi.

DOCUMENTARE, INFORMARE
Dedicato a Parigi, all’architettura e all’urbanistica, il centro di documentazione mette a disposizione di tutte le tipologie di pubblico opere, riviste specializzate, quotidiani e settimanali, inserti tematici e geografici. La fototeca annovera e mostra in libero accesso più di 70000 fotografie scattate dal 1940 ad oggi. Si tratta di una testimonianza inestimabile delle trasformazioni e della diverso volto della città negli anni. La sala video propone proiezioni in libero accesso di più di 2000 pellicole su Parigi e conserva tutte le conferenze, i dibattiti, i simposi, gli incontri con architetti, urbanisti, paesaggisti, artisti, francesi o di fama internazionale, organizzati e filmati dal Pavillon de l’Arsenal. Sono inoltre presenti un bar con edicola, una caffetteria e un bookshop.

Julien Pansu,
Pavillon de l’Arsenal


IL PAVILLON IN CIFRE
Ogni anno, il Pavillon de l’Arsenal è:

  • 3 mostre tematiche
  • 20 concorsi di architettura presentati
  • 4 mostre itineranti
  • 4 pubblicazioni
  • 25 conferenze - dibattiti
  • 100 visite guidate per le mostre
  • 700 000 pagine web visualizzate sul sito www.pavillon-arsenal.com
  • 100 delegazioni straniere ricevute
  • più di 200.000 visitatori

Traduzione a cura di Chiara Camoletto.

 
 © Torino Internazionale 2006