contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 27 settembre 2003
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
Imprenditorialitŕ e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
Qualitŕ urbana
Tamtam
Eco dalle cittŕ
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Imprenditorialitŕ e occupazione | Il Piano | Apparato produttivo innovativo | Consolidare e sviluppare il polo aerospaziale | marzo 2002
 
 
MARZO 2002
 
 

Progetto Galileo

Giovedì 28 marzo 2002, presso la Sala Rossa di Palazzo Civico, si è svolta la riunione della III Commissione consiliare, presieduta da Santina Vinciguerra, per discutere della candidatura torinese dell’agenzia satellitare europea legata al Progetto “Galileo”. Erano presenti il Sindaco Sergio Chiamparino, l’Assessore Tom Dealessandri e il Direttore di Torino Internazionale, Paolo Verri.
Ai lavori hanno partecipato e relazionato, sul progetto in questione, il responsabile attività industriale per la navigazione dell’ Alenia Spazio, Ing.Mario Pasta; il presidente ALTEC,Prof. Ernesto Vallerani; il consigliere del Comitato Economico Sociale U.E. del Centro Ricerche FIAT, il responsabile sistemi elettronici del CRF, Ing. Stefano Re Fiorentin; il presidente dell’Istituto Nazionale Galileo Ferraris, Prof. Sigfrido Leschiutta e il Prof. Giovanni Perona del Dipartimento Elettronica del Politecnico.
Molti gli approfondimenti e le discussioni sul ruolo di Torino in ambito spaziale ma soprattutto è stato delineato come il progetto ”Galileo”, dall’ Unione Europea, sia di notevole importanza dal momento che nei prossimi anni la radiolocalizzazione satellitare sarà destinata ad avere un impatto fondamentale sui mezzi di trasporto e su tutte le strategie ad essi associate.

La fase di definizione del programma Galileo è stata completata nel 2001.
Per il futuro sono previste le seguenti fasi:
Sviluppo e validazione (2001 - 2005) : sviluppo satelliti e componenti di terra; validazione del sistema in orbita;
Applicazione (2006 - 2007) : costruzione e lancio satelliti; istallazione dell’intero segmento di terra;
Esercizio commerciale(dal 2008) .
Il programma Galileo è basato su una costellazione di 30 satelliti che coprono l’intera superficie della terra abilitando così gli utenti a determinare la loro esatta posizione nel tempo e nello spazio in ogni istante.

In conclusione la III Commissione ha espresso parere favorevole alla candidatura di Torino, quale sede dell’Agenzia Satellitare Europea, una candidatura non solo simbolica ma che deve avere un vero risvolto significativo a livello occupazionale ed produttivo per l’intero paese-Italia.
Galileo avrà un significativo impatto occupazionale: recenti studi stimano che saranno creati circa 140mila posti di lavoro per tecnici qualificati e che verranno generati contratti per servizi e per la fornitura di apparecchiature per circa 9 miliardi di Euro all’anno.

Comune di Torino, Ufficio Stampa, Torino 28 marzo 2002


 
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.