contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 25 maggio 2003
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
Imprenditorialitŕ e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
Qualitŕ urbana
Tamtam
Eco dalle cittŕ
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Cultura, turismo, commercio e sport | Il Piano | Patrimonio culturale | Riqualificare e potenziare il sistema museale urbano centrale | luglio2002
 
 
LUGLIO2002
 
 

Protocollo d´intesa tra la Citta´ di Torino e il Museo del Risorgimento

La Giunta comunale nella seduta del 2 luglio 2002 ha approvato il protocollo d´intesa tra la Città di Torino - divisione Servizi Educativi - e il museo nazionale del Risorgimento per la promozione di attività didattico-museali.
Il museo del Risorgimento e la Città intendono sviluppare congiuntamente forme e modi diversi di collaborazione volti a stimolare le capacità progettuali ed applicative dei propri operatori e nello stesso tempo accrescere la sensibilizzazione di bambini e adolescenti verso la tutela e la conoscenza del patrimonio culturale nazionale nell´ambito di processi di educazione civile permanente.
Finalità primaria del protocollo sarà l´inserimento delle attività collegate al museo del risorgimento nella programmazione didattica sul territorio anche attraverso progetti aperti alle famiglie ed ai singoli utenti giovanili.

Città di Torino, Comunicato stampa, 2 luglio 2002

A Palazzo Madama nasce ufficialmente la FONDAZIONE TORINO MUSEI

Venerdì 26 luglio 2002, alle ore 11.30, presso Palazzo Madama di Torino, nastro di partenza per la Fondazione Torino Musei che avrà il compito di gestire e sviluppare il patrimonio museale civico e cioè la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, il Museo di Arte Antica di Palazzo Madama, il Borgo Medioevale, il Museo Pietro Micca e il costituendo Museo d’Arte Orientale.

Un´iniziativa nata dall’Assessore alla Cultura Fiorenzo Alfieri e approvata di recente dal Consiglio Comunale torinese, cui l’art. 35 dell’ultima legge finanziaria, che prevede che gli Enti Locali possano dare vita a fondazioni per la gestione dei loro beni culturali, dà ulteriore sostegno.

Si tratta di un evento di rilievo di importanza nazionale dal momento che la Città di Torino è la prima in Italia, insieme alla Provincia di Siena, a dotarsi di uno strumento simile per la gestione del proprio patrimonio museale.
L’atto ufficiale di creazione della Fondazione è stato firmato dal Sindaco di Torino, Sergio Chiamparino, davanti al notaio Antonio Maria Marocco, al piano nobile di Palazzo Madama.

Dopo la cerimonia è stato possibile ammirare, nella Sala del Senato, per la prima volta, alcuni dei massimi tesori d’arte di proprietà della Città.

Città di Torino, Comunicato stampa, 22 luglio 2002

Attivita´ teatrali e di museografia: convenzione tra la Citta´ e il Politecnico
La giunta comunale nella seduta odierna, su proposta dell´assessore Paola Pozzi, ha approvato la convenzione tra la Città di Torino - divisione Servizi Educativi - e il Politecnico per la promozione di attività teatrali e di museografia.
Il Politecnico e la Città intendono instaurare un rapporto di collaborazione nel quale le attività di studio e ricerca condotte dal Politecnico possano integrare, con l´utilizzo di risorse qualificate e strumenti adeguati, le corrispondenti attività sviluppate dai Servizi Educativi della Città.
La riforma universitaria prevista dal D.P.R.382/80 offre la possibilità di pervenire a forme di collaborazione tra le Università e gli enti pubblici e privati sia per la sperimentazione di nuove attività didattiche, sia al fine di avvalersi di attrezzature e servizi logistici extra universitari per lo svolgimento di attività didattiche integrative di quelle universitarie, finalizzate al completamento della formazione accademica e professionale.
Teatro e Museografia sono stati individuati come ambiti prioritari di studio e progettazione per sperimentare nuove modalità di fruizione di spazi e di beni culturali con particolare attenzione ai livelli di interattività.
Il Comune di Torino mette a disposizione del Politecnico propri spazi e attrezzature utilizzabili per le attività programmate.
La collaborazione tra i due enti avrà una durata di tre anni.

Città di Torino, Comunicato Stampa, 2 luglio 2002




 
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.