contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  
 
 
 
Torino 25 marzo 2005   english   help   contatti   mailing list
 
 
Temi Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
Imprenditorialitŕ e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
Qualitŕ urbana
Tamtam
Editoria
Agenda
Associazione
Piano Strategico
 
Home | Cultura, turismo, commercio e sport | Linea strategica 5 | Patrimonio culturale | Valorizzare il patrimonio sulla civiltŕ egizia presente in citta' | marzo 2002
 
MARZO 2002
 
 

Una Fondazione per la gestione del Museo Egizio

Venerdì 8 marzo 2002 è avvenuto un incontro tra il ministro per i beni e le attività culturali, Giuliano Urbani, e l’Associazione delle Città d’arte e cultura (associazione che riunisce 32 città, presieduta dall’assessore alle risorse e sviluppo cultura della Città di Torino, Fiorenzo Alfieri) per discutere della gestione del Museo Egizio.

Durante l’incontro è emersa la proposta che definisce, attraverso la compartecipazione tra stato, regioni, province e soggetti privati, un ammodernamento dei modelli di gestione e un ampliamento del coinvolgimento di soggetti pubblici e privati al fine di migliorare la pubblica fruizione e indurre criteri di economicità.

Il ministro ha accolto questa impostazione spiegando che è pronto un nuovo regolamento che consentirà allo Stato di promuovere o partecipare a Fondazioni cui riferire in uso importanti beni culturali.La sperimentazione di questo muovo modello di gestione partirà con il Museo Egizio di Torino e l’area di Sant’Apollinare in Classe a Ravenna. Il Museo Egizio avrà quindi presto, sperimentalmente, una Fondazione di cui farebbe parte, con lo Stato, anche il Comune di Torino.

La Stampa, TORINO E PROVINCIA, sabato 9 marzo 2002

 
 © Torino Internazionale 2004-2006. Tutti i diritti sono riservati.