contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 24 maggio 2003
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
Imprenditorialità e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
Qualità urbana
Tamtam
Eco dalle città
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Qualita' urbana | Il Piano | Agenda 21 | Attuare il progetto "Torino citta' d'acque" | maggio 2000
 
 
MAGGIO 2000
 
 

Nel mese di aprile è stato approvato dalla Giunta Comunale il progetto preliminare per il risanamento ambientale del tratto del fiume Dora situato tra corso Umbria e corso Potenza. Il progetto intende creare sulle sponde della Dora condizioni idonee per la crescita di comunità vegetali e faunistiche.
E´ inoltre obiettivo del progetto permettere una fruizione di tali aree mediante percorsi ciclopedonali e spazi attrezzati per la sosta in costante contatto visuale con il fiume. L´esecuzione dell´opera verrà appaltata in due lotti per un importo totale dei lavori di circa 6 miliardi, compresi gli oneri di espropriazione per i terreni non di proprietà comunale. La conclusione dei lavori è prevista per i primi mesi del 2003.

Il tratto di fiume Dora interessato dal progetto costituisce il tassello ancora mancante al completamento di un parco fluviale continuo lungo tutto il territorio comunale attraversato dal fiume.
A valle di corso Principe Oddone infatti si sviluppano i Lungo Dora dove sono previsti interventi di recupero ambientale; nell´ex area industriale della Spina 3 è previsto un grande parco; a monte di Corso Svizzera fino al parco della Pellerina è già in parte realizzato il parco P21.

Nel mese di aprile il Consiglio Comunale ha anche approvato la delibera con la quale si avvia il progetto preliminare di intervento sui parchi e sui sentieri della collina denominato "Anello Verde".
Il progetto si inserisce nel un più ampio programma di riqualificazione dei parchi collinari e dei percorsi di collegamento tra il Parco della Collina ed i parchi della fascia fluviale del Po che prevede la creazione di un unico sistema di verde pubblico (Torino Città d’Acque).

"L´Anello Verde" avrà funzioni di raccordo tra i sentieri collinari segnalati e riqualificati e di collegamento con i percorsi storici della collina torinese, che comprendono strada Antica di San Vito, strada dei Boschi, strada Antica dell´Eremo, strada Santa margherita, strada Antica di Pecetto, strada del Cresto e di Fenestrelle, strada Cartman, strada dei Tetti Bertoglio, strada Serralunga e strada di Superga.

Le opere previste dal progetto consentiranno di realizzare un collegamento pedonale tra i parchi della Maddalena e di Superga, valorizzando i punti panoramici ed inserendovi alcune aree attrezzate, e permetteranno il completamento del sentiero che attraverso strada dei Boschi e strada San Vito collegherà il colle della Maddalena con il Parco Leopardi. Gli interventi prevedono la riapertura di sentieri scomparsi, lavori di sistemazione dei boschi e consolidamento idrogeologico e la realizzazione di aree per la sosta e per il pic-nic.
I lavori dovranno essere conclusi entro aprile del 2003.

 
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.