contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  
 
 
 
Torino - 23 novembre 2004   english   help   contatti   mailing list
 
 
Temi Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
Imprenditorialitŕ e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
Qualitŕ urbana
Tamtam
Eco dalle cittŕ
Agenda
Associazione
Piano Strategico
 
  Home | Sistema Internazionale | Linea strategica 1 | Mobilita' interna | Migliorare le condizioni di efficienza del trasporto collettivo | aprile 2002
 
APRILE 2002
 
 

Car sharing: approvato dalla giunta il progetto

La Giunta Comunale (del. n. 2002/02410/06) ha approvato il progetto di realizzazione ed attuazione del “car sharing”, una forma di utilizzo associato di auto per limitare l’uso delle vetture private. Il progetto è stato predisposto dall’ATM ed affidato ad una società, la Car City Club, appositamente costituita nell’ottobre del 2001 e partecipata per il 51% da ATM, per il 33% da SAVARENT (società del gruppo FIAT) e per il 16% da CAPI (cooperativa che si occupa della gestione dei servizi di trasporto).

La autovetture ed i veicoli commerciali (tra cui Punto, Stilo, Multipla, Doblò, Ducato) saranno tutti ad impatto ambientale minimo e potranno essere prenotate dei soci che avranno aderito al car sharing (da un minimo di un’ora fino ad alcuni giorni) tramite un call center. Una smart card, riconosciuta dal computer di bordo delle auto, consentirà di salire sull’auto che poi partirà digitando un codice pin su una tastiera. Nel primo anno di attività si prevede l’utilizzo di 60 mezzi su 16 parcheggi appositamente allestiti in aree “strategiche” della città, con l’obiettivo di arrivare a circa 200 veicoli e 40 parcheggi. Gli utenti previsti dal progetto e dalle ricerche di mercato effettuate dalla società che gestirà il servizio sono un migliaio per il primo anno, con un aumento fino a 4000 con il servizio a pieno regime.

Gli utenti del car sharing pagheranno una quota fissa di circa 180 € ed un’iscrizione annua dal costo di circa 120. L’utilizzo delle vetture costerà da 2 a 3 € l’ora mentre per ogni chilometro percorso si pagheranno circa 40 centesimi. Nelle ore notturne i costi di utilizzo si ridurranno del 50%. Le auto potranno sostare gratuitamente nelle aree di sosta a pagamento e circolare liberamente nella ZTL, sulle corsie riservate al mezzo pubblico e nelle vie vietate al traffico privato. Previsto per fine maggio l’inizio del servizio. L’iniziativa ha ricevuto un contributo del Ministero dell’Ambiente pari a 1.536.460 €, erogato tramite fornitura dei computer di bordo delle vetture e del software gestionale del sistema.

Comune di Torino, ufficio stampa, Torino, 9 Aprile 2002

 
 © Torino Internazionale 2004-2006. Tutti i diritti sono riservati.