contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 19 settembre 2003
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
ImprenditorialitÓ e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
QualitÓ urbana
Tamtam
Eco dalle cittÓ
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Tam Tam | Archivio | Anno 2002 | Numero 4 | Sinergie tra poli di innovazione
 
 
SINERGIE TRA POLI DI INNOVAZIONE
Torino dispone di un tessuto di centri e di competenze di grande rilievo nei campi della ricerca e della formazione di eccellenza, che pu˛ giocare un ruolo decisivo nella definizione delle opportunitÓ di sviluppo a medio termine della cittÓ.
 
 

E´ quindi della massima importanza creare reti e sinergie in grado di valorizzare quei centri e quelle competenze e, al tempo stesso, esplorare la possibilità di dare vita a nuovi poli di innovazione scientifica, tecnologica e sociale.

La Compagnia di San Paolo ha sempre guardato all´area torinese con la consapevolezza di poter aiutare la transizione verso assetti post-industriali trainati dal settore dei servizi. Anche ispirandosi all´esperienza delle grandi fondazioni americane, la Compagnia intende operare soprattutto sui fattori pre-competitivi dello sviluppo, che non possono prescindere dalla dimensione della qualità della vita. Vanno in questa direzione, ad esempio, gli interventi sulla rete delle competenze universitarie a Torino, sul sistema sanitario piemontese, a sostegno ai processi di internazionalizzazione, sul distretto museale della città.

Per fare questo, sul piano operativo la Compagnia ha assunto una configurazione - originale anche nel panorama internazionale delle fondazioni - da "gruppo non profit": a fianco dell´attività erogativa consueta, si è dato vita a enti o istituti che operano in settori specifici, varati con partner quali l´Università o il Politecnico di Torino.

Il primo esempio di questo impegno è costituito dall´Istituto Superiore Mario Boella, nato dalla collaborazione con il Politecnico di Torino e collegato al suo programma di raddoppio edilizio, che svolge un ruolo rilevante nei campi della ricerca, della formazione avanzata e della divulgazione nella Information and Communication Technology (ICT).

Da quest´anno il partenariato con il Politecnico si è arricchito con la nascita dell´Istituto Superiore SiTI - Sistemi Territoriali per la Innovazione, che opera in un campo - i sistemi territoriali come fattore di competizione per lo sviluppo socio-economico e la localizzazione di attività innovative - decisivo per una realtà urbana come quella torinese.

Altro polo strategico in questa politica della Compagnia è il Centro Superiore di formazione economico-finanziaria presso il Collegio Carlo Alberto di Moncalieri, in collaborazione con l´Università degli Studi di Torino.

Il Centro ospita sia attività di formazione post-universitaria sia già affermati centri di ricerca sulle politiche pubbliche (sistemi pensionistici e welfare, lavoro, federalismo, trasporti pubblici e servizi locali).

In parallelo, la Compagnia sostiene il programma edilizio dell´Ateneo per la realizzazione delle nuove biblioteche universitarie, con particolare riferimento alla costruzione della nuova Biblioteca giuridica, economica e socio-politica nell´area ex-Italgas.

Altro filone per il quale abbiamo sviluppato un´attenzione crescente è quello legato ai processi di globalizzazione, campo nel quale Torino beneficia del fatto di ospitare il polo di formazione dell´ONU in Europa (Centro di formazione dell´OIL, Staff College, UNICRI), alle cui iniziative la Compagnia ha destinato rilevanti risorse.

Merita di essere ricordato che nel corso del 2001 la Compagnia ha varato un Programma Oncologia pluriennale, con anche un bando per progetti innovativi che disponeva di risorse per 20 milioni di euro. Di queste risorse hanno ampiamente beneficiato alcuni punti di eccellenza del sistema torinese (dal CeRMS dell´Ospedale Molinette all´ICCR di Candiolo), sempre con l´obiettivo, da parte della Compagnia, di favorire le sinergie e le forme di cooperazione.

Nel prossimo futuro la Compagnia intende rafforzare la sua presenza e il suo sostegno all´attività di ricerca nel campo biomedico, delle biotecnologie, della genetica e della gnomica. Per un´adeguata valorizzazione delle competenze esistenti andrà verificata la possibilità di intervenire per stimolare il raggiungimento di soglie dimensionali e qualitative, sia per i centri esistenti sia per eventuali nuovi istituti.

Flavio Brugnoli
Compagnia di San Paolo

 
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.