contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 19 settembre 2003
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
ImprenditorialitÓ e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
QualitÓ urbana
Tamtam
Eco dalle cittÓ
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Tam Tam | Archivio | Anno 2002 | Numero 2 | Il rilancio di un centro produttivo e culturale
 
 
IL RILANCIO DI UN CENTRO PRODUTTIVO E CULTURALE
Quello che Chieri si appresta ad essere nel prossimo futuro lo si potrÓ leggere nelle manifestazioni che la cittÓ ospiterÓ in questi tre mesi.
 
 

Dalla Fiera di San Giorgio al Festival Internazionale di Teatro di Strada passando dalla Biennale di Fiber Art all´inaugurazione dell´Arco di Trionfo: Chieri si propone nell´area metropolitana torinese in fase di rilancio, come centro produttivo e culturale di antica tradizione.

Con la Fiera di San Giorgio (20-21 aprile), detta anche Fiera delle Fiere, Chieri richiama l´attenzione nel versante meridionale della Collina Torinese, l´area cerniera fra il Capoluogo regionale ed il Monferrato, punto di partenza per il principale itinerario fra i vini del Piemonte.
Ed è proprio il Freisa, nei cui vigneti DOC ci si imbatte uscendo da Torino, ad essere diventato simbolo di una Terra che offre tanti e diversi prodotti di qualità: dalle ciliegie verso Pecetto agli asparagi verso Santena, ai cardi verso Andezeno, alle uve verso l´Astigiano.

A simbolo di un´area che ha scoperto, salvaguardando la bellezza del paesaggio collinare, proteggendo e valorizzando le sue produzioni agricole e nel contempo cogliendo le possibilità di crescita offerte dall´industrializzazione è proprio a Chieri, nella sua frazione di Pessione, che sorge il primo e più importante stabilimento della Martini & Rossi, marchio leader del vermuth italiano.
Poco più di un mese più tardi (24 maggio) l´inaugurazione della 3ª edizione della Biennale del Tessile ricorderà, con una manifestazione artistica di livello internazionale, che Chieri continua ad essere uno dei principali centri tessili della Regione. Non più industria totalizzante in seguito alla nota crisi di settore, il tessile chierese, in particolare nell´arredamento, ha saputo ricavarsi un mercato di nicchia che rinverdisce i fasti di epoche in cui Chieri vantava l´Università del Fustagno ed aveva il monopolio nel Piemonte savoiardo della produzione delle stoffe di cotone.

La manifestazione, che si protrarrà, fino alla prima settimana di luglio sarà ospitata nella restaurata Imbiancheria del Vajro con una qualificata partecipazione di artisti stranieri.

Altrettanto fortemente simbolica sarà, a metà del mese di giugno, l´inaugurazione dei restauri dell´Arco di Trionfo. Monumento trionfale degli ultimi anni del ´500, edificato a gloria di Emanuale Filiberto, è assurto a principale simbolo cittadino.
Dopo un accurato intervento di restauro viene riproposto alla città proprio in una fase in cui uno dopo l´altro tutti i principali monumenti cittadini, a cominciare dagli edifici religiosi di cui Chieri è ricca, vengono restituiti recuperati e restaurati.
Incomincia ad essere tangibile l´azione di recupero e valorizzazione del patrimonio storico artistico di una città che in Piemonte ha pochi eguali e che ora, può offrire in tutto il loro splendore le Chiese gotiche del Duomo e di San Domenico e quelle barocche di San Filippo e San Bernardino.

Toccherà, infine, al Festival del Teatro di Strada (4-7 luglio) ricordare che Chieri è una città di cultura e nello stesso tempo riproporre il suo centro storico (la Chiocciola di San Giorgio innanzi tutto) come scenografia d´eccezione.
Erede ideale del Festival I Giovani per i Giovani che negli anni ´70 primeggiava nel panorama teatrale italiano, questo festival ha l´obiettivo dichiarato di dar vita al tessuto urbanistico quattrocentesco con le magie di quelle compagnie teatrali europee che sulla comunicazione dei gesti e sul coinvolgimento diretto del pubblico hanno sviluppato la loro ricerca.

Territorialmente e simbolicamente racchiusa fra la Basilica di Superga e l´Abbazia di Vezzolano il Chierese si offre al rilancio anche turistico di Torino con le sue eccellenze produttive e culturali che saranno ancor più apprezzabili appena sarà concluso il ridisegno urbanistico (completamento dell´area industriale innanzi tutto, con trasferimento dal Centro dei vecchi stabilimenti industriali) con la rilocalizzazione dei servizi cittadini ed il miglioramento del sistema viario.

Agostino Gay
Sindaco di Chieri

 
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.