contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 19 settembre 2003
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
ImprenditorialitÓ e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
QualitÓ urbana
Tamtam
Eco dalle cittÓ
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Tam Tam | Archivio | Anno 2002 | Numero 1 | Un piano per il settore turistico
 
 
UN PIANO PER IL SETTORE TURISTICO
Tutti gli interventi per incrementare il numero di camere e strutture ricettive nelle diverse categorie a Torino terranno conto non solo delle necessitÓ olimpiche, ma anche e soprattutto di quelle legate allo sviluppo del turismo di loisir, fieristico e convegnistico/congressuale della nostra area.
 
 

Esigenze che ovviamente vanno al di là dell´appuntamento del 2006.

Questa proiezione oltre il 2006 rientra nella strategia complessiva di intervento della Città che prevede che tutto ciò che verrà costruito e ristrutturato per le Olimpiadi (impianti, villaggi, infrastrutture, ecc.) sia definito rispetto agli utilizzi successivi da parte della città.

Con Turismo Torino e ITP e con il coinvolgimento delle associazioni di categoria, nei mesi scorsi è stato fatto un lavoro preventivo di monitoraggio della situazione ricettiva esistente e di previsione di quello che servirà per strutturare bene Torino ad accogliere nuovi, più consistenti e diversificati flussi turistici prima e dopo le Olimpiadi. Questo lavoro, naturalmente, tiene conto anche delle esigenze legate all´accoglienza delle migliaia di persone (atleti, giornalisti, federazioni sportive, membri del Cio) che arriveranno nella nostra città per i Giochi del 2006.

Si è calcolato che, rispetto alla situazione attuale (più di cinquemila camere appartenenti alle diverse categorie), Torino e la sua area metropolitana avranno bisogno di ulteriori 2000-2500 camere, in particolare con un potenziamento degli alberghi 4 e 5 stelle, fra cui, speriamo, due grandi catene internazionali fra le duecento e le cinquecento stanze, dotati di ampi spazi comuni (ristoranti, sale congressi e convegni) e servizi all´avanguardia.

Il potenziamento della ricettività richiede anche un grosso impegno da parte delle amministrazioni. La Città sta lavorando contemporaneamente su alcuni versanti: dopo aver verificato la possibilità di destinare alcuni immobili di proprietà pubblica all´investimento alberghiero, di concerto con Turismo Torino e ITP, si è messa in campo una forte strategia per l´attrazione di investitori alberghieri internazionali, che fa perno sulle grandi potenzialità di sviluppo turistico della città. È anche in via di approvazione una modifica alla variante 37 al PIANO REGOLATORE che contiene strumenti normativi finalizzati all´ampliamento e miglioramento qualitativo del sistema ricettivo torinese, in specifico per quanto riguarda la messa a norma delle misure di sicurezza e la dotazione di più ampi servizi comuni.

Contestualmente, nell´attuazione della LEGGE REGIONALE 18/99, relativa al finanziamento di progetti di sviluppo turistico sul territorio, si è chiesto alla Regione, per la definizione dei prossimi bandi, di prendere atto delle seguenti richieste, necessarie al conseguimento di un efficace e mirato sviluppo dell´offerta ricettiva: calibrare maggiormente gli interventi alla realizzazione di nuova ricettività o al miglioramento e riqualificazione delle strutture esistenti; aumentare il plafond complessivo della legge e contemporaneamente, aumentare i massimali di aiuto concedibili ai singoli soggetti richiedenti, con l´innalzamento della soglia massima consentita; agevolare maggiormente gli interventi ubicati nell´area metropolitana di Torino.

Come amministratore sono sicura (e le parole di Killy non possono che confermarmelo) che Torino si sta strutturando secondo le esigenze del mercato, valorizzando tutte le sue intrinseche potenzialità.

L´eredità che le Olimpiadi ci lasceranno dopo il 2006 quindi non si legherà solo al ricordo di un evento bellissimo, ma ad un utilizzo funzionale ed ideale di quanto fatto.

Elda Tessore
Assessore alle Olimpiadi e al Turismo della Città di Torino

 
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.