contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 25 settembre 2003
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
ImprenditorialitÓ e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
QualitÓ urbana
Tamtam
Eco dalle cittÓ
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Tam Tam | Archivio | Anno 2001 | Numero 3 | Distretto ICT Le prospettive di sviluppo nell'area torinese.
 
 
DISTRETTO ICT LE PROSPETTIVE DI SVILUPPO NELL'AREA TORINESE.
L'attivitÓ del gruppo di lavoro di Torino Internazionale
 
 

Il termine distretto indica in Italia un contesto economico e geografico specifico, in cui vi è una specializzazione in tipologie di prodotto definite (calzature, rubinetteria, oreficeria, ceramica). La potenzialità economica è fondata sulla presenza di un "know-how" diffuso, a medio-basso contenuto tecnologico e basato su competenze forti ma non necessariamente codificate.

Se nel distretto tradizionale si sfrutta una capacità diffusa e radicata, l´high tech vi aggiunge la curiosità di sperimentare ed esplorare attraverso l´innovazione. Per questo un distretto high-tech ha possibilità di successo se si trova in un ambito tecnologico che abbonda di ricerca scientifica ed è in grado di esprimere delle eccellenze. Però non basta: ci vogliono anche degli strumenti che mettano in condizione i risultati della ricerca di trasformarsi in prodotti e servizi, quindi in imprese che li propongono. Questa operazione, già riuscita ad altre città europee (Dortmund, Anversa, Stoccolma), porterebbe Torino ad affermarsi nello scenario europeo come polo di attrazione nell´high-tech.
L´elemento fondamentale del percorso verso la costituzione di un distretto ICT è la capacità di fare sistema, integrando le diverse componenti dello sviluppo che esprimono una forza considerevole, da quella economica e finanziaria a quella industriale e occupazionale, alla ricerca e alla formazione, in modo che l´insieme possa emergere come eccellenza riconoscibile a livello internazionale.

Dopo la costituzione del tavolo di concertazione sulle ICT all´interno della linea strategica 4, è nato un gruppo di lavoro, in cui Torino Internazionale è affiancata da diverse istituzioni: L´Istituto superiore Mario Boella, con specifiche competenze sulle ICT, l´Unione Industriale e ITP, l´Agenzia per gli investimenti a Torino e in Piemonte.
L´attività del gruppo è stata improntata in questi primi sei mesi alla sensibilizzazione degli attori e alla costruzione di relazioni tra imprese, centri di formazione e enti locali.
Tre seminari, il primo organizzato in collaborazione con McKinsey, hanno posto le basi per il coinvolgimento delle imprese e dei soggetti istituzionali nel progetto distretto, con un attenzione specifica all´analisi di esperienze internazionali.


I workshop con le imprese del settore ICT e high-tech. Obiettivo degli incontri comprendere, attraverso il punto di vista delle imprese, quali sono le prospettive per il futuro in questo settore. L´area torinese è caratterizzata dalla disponibilità di risorse umane qualificate, grazie all´elevata qualità del sistema della formazione universitaria e viene riconosciuta la determinazione delle istituzioni all´attrazione di investimenti nel settore; inoltre la forte vocazione produttiva dell´area permette di prospettare un´evoluzione solida, dove le soluzioni innovative rispondono a bisogni reali. Aspetti problematici sono la scarsa attrattività dell´area metropolitana e l´immagine poco competitiva dell´Italia sui mercati internazionali, l´isolamento "logistico" di Torino dalle grandi reti dei collegamenti aerei e ferroviari, la mancanza di capitale di rischio e di possibilità finanziarie innovative.
Le imprese ritengono che il sistema torinese dovrebbe investire per una maggiore apertura della città alle tendenze internazionali di riferimento, per esempio attraverso l´avvio di fiere e manifestazioni internazionali di settore, potenziando il marketing, consolidando l´esperienza degli incubatori di imprese e aumentando il raccordo tra il sistema universitario e il mondo del lavoro, attraverso una formazione più imprenditoriale e la creazione di scuole di eccellenza su temi innovativi.


Le filiere promettenti a Torino e in Piemonte

  • Automotive (il mercato delle applicazioni di comunicazione wireless per i trasporti è stimato a circa 100 miliardi di Euro nel 2010, il Centro Ricerche Fiat ha diversi progetti di applicazione delle ICT nelle vetture e al controllo del traffico)
  • Aerospazio (Alenia Spazio è un´importante realtà italiana e la presenza dell´Agenzia Spaziale Italiana è un riconoscimento di questa vocazione dell´area)
  • Ambiente ed energia (vi sono numerosi punti di contatto, dal monitoraggio delle radiazioni elettromagnetiche al controllo delle caratteristiche energetiche degli edifici)
  • Biomedicina (importanti applicazioni nel campo dell´assistenza domiciliare e della prevenzione)
  • Meccatronica, Automazione, Controlli
  • Multimedialità (il Multimedia Park si è dotato di tecnologie molto avanzate, mentre l´accordo Euphon - Eutelsat porterà a Torino una nuova infrastruttura satellitare per diffondere dati)
  • Design, Progettazione e Realtà Virtuale (le tecnologie su cui si fondano il design e la progettazione avanzata sono intrecciate con l´informatica e hanno forti legami con i settori aerospaziale ed automobilistico).
Hanno partecipato ai workshop:
Byte
Cap Gemini
Carrozzeria Bertone
Ernst and Young
Cerved
Consoft
Csc
Espin
Formula
Motorola
Reply
Seat Pagine Gialle
Txt e-Solutions
Vitaminic
TILab
Fatagroup
Elem Sistemi
Elbi International
Brown & Sharpe DEA
Urmet
Fidia
Prima Industrie
Agilent Technologies
Alpitel
Colt Telecom
Loquendo
Lucent Technologies
Altec
Alenia Spazio
 
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.