contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 23 settembre 2003
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
ImprenditorialitÓ e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
QualitÓ urbana
Tamtam
Eco dalle cittÓ
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Tam Tam | Archivio | Anno 2000 | Numero 1 | La sfida piu' difficile: governare l'area metropolitana
 
 
LA SFIDA PIU' DIFFICILE: GOVERNARE L'AREA METROPOLITANA
 
 


L´esperienza che si sta costruendo attorno al Piano strategico Torino Internazionale consente di individuare alcuni elementi di grande interesse che vanno considerati con attenzione per la loro forza innovativa, rispetto alle forme tradizionali di governo.

La partecipazione di tutti gli attori interessati alla progressiva definizione ed alla successiva attuazione di progetti strutturali condivisi, attraverso i quali implementare la qualità e la capacità di competere (o di costruire relazioni) del sistema locale è un fatto di per sé carico di un grande significato e ricco di prospettiva. L´esperienza finora maturata ha prodotto un arricchimento della prassi della concertazione a vantaggio di una più articolata e diffusa

partecipazione ai progetti, ai percorsi di crescita e di sviluppo condividendo quindi anche i rischi impliciti in ogni scommessa. Il quadro che sembra di cogliere è quello di un allargamento delle aree e dei centri decisionali a partire da quelli tradizionali della politica amministrativa a quelli più diffusi e meno evidenti del sistema locale. Sono molti i centri decisionali che progressivamente si raccordano e costruiscono i percorsi comuni nella condivisione di alcuni obiettivi strategici di valorizzazione del sistema locale in cui riscoprono valori ed elementi di riconoscibilità.

Èuna novità interessante che richiede una riflessione su un secondo aspetto che coinvolge il sistema istituzionale e la capacità di questo di costruire governance. Naturalmente uno degli aspetti problematici più evidenti è la coerenza tra il livello territoriale interessato dalle forze nuove di condivisione e di coesione progettuale e strategica e le forze istituzionali di governo, nel senso che deve esistere una reale forma di correlazione funzionale. È probabile che la proposta della nuova autorità di governo dell´area territoriale più complessa sia la prima e più rapida risposta da proporre; probabilmente non è una risposta sufficiente nel medio periodo giacchè si proponga già fin da ora problemi fondamentali relativi ai percorsi di costruzione e di manifestazione del consenso attorno alle decisioni.

La sfida su questo fronte è ben più complessa e profonda di quanto sopra appare: è probabile che su questo aspetto si giochi in futuro l´efficacia dell´intera azione del Piano strategico. Ma è altrettanto vero che proprio questo può costituire una formidabile occasione per introdurre nel sistema amministrativo e politico locale un elemento di grande innovazione con il quale saremo tutti obbligati a misurarci.

Carlo Novarino
Sindaco di Moncalieri

 
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.