contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 14 novembre 2003
contatti     mailing list
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
ImprenditorialitÓ e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
QualitÓ urbana
Tamtam
Eco dalle cittÓ
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Tam Tam | Archivio | Anno 2001 | Numero 3 | Una mappa per decidere
 
 
UNA MAPPA PER DECIDERE
La mappa dei progetti Ŕ un documento di lavoro. SarÓ online a novembre in un┤area riservata del sito di Torino Internazionale.
 
 


Immaginiamo di potere osservare in trasparenza, attraverso le strade e le case della città esistente, le intenzioni di trasformazione che ne modificheranno lo spazio e le relazioni. Non si tratta di sovrapporre alla carta della "grande Torino" che conosciamo questo o quel piano regolatore, ma di vedere insieme tutti i diversi progetti in corso, le idee su cui ancora si lavora, comprese quelle che sono ancora da verificare.

Si otterrebbe un ritratto della città dinamico e talvolta contraddittorio, in cui le strategie dei diversi attori del territorio si manifestano in un mosaico plurale e complesso, ricco di opportunità e possibili sinergie, ma anche di potenziali conflitti e sovrapposizioni. Soprattutto, si avrebbe in mano uno strumento utile alla concertazione e alla costruzione di accordi, che potrebbe offrire un supporto a chi desidera immaginare strategie e politiche appoggiandosi ad una precisa conoscenza del territorio, visto attraverso le intenzioni degli attori che vi operano. È proprio questo l´obiettivo che l´Associazione Torino Internazionale, in accordo con la Provincia di Torino, si è posta nel commissionare ad Avventura Urbana la costruzione di una mappa virtuale interattiva dell´area metropolitana torinese, nell´intento di registrare le trasformazioni previste nei prossimi cinque-dieci anni. Una "mappa dei progetti" la cui redazione ha visto, nei mesi da giugno a settembre, il coinvolgimento di quaranta comuni, dodici gestori di servizi pubblici, cinque gestori di grandi infrastrutture, tre agenzie speciali, sette Patti Territoriali, oltre ad enti di formazione superiore, associazioni imprenditoriali e organizzazioni sindacali. La scelta è stata quella di costruire la mappa dei progetti non attraverso una ricognizione "a tavolino" degli strumenti di pianificazione esistenti e in corso di programmazione, ma nell´interlocuzione diretta con i tutti i soggetti promotori di azioni di trasformazione, primi fra tutti i soci dell´Associazione, in modo da selezionare i progetti di rilevanza strategica nel contesto metropolitano.

I progetti inclusi nella mappa sono quelli che gli attori stessi considerano significativi, ovvero quelli che essi stessi intendono promuovere e sostenere (o contrastare: la mappa segnala risorse e opportunità, ma indica anche rischi e problemi aperti). Ogni progetto inserito nella mappa è stato rilevato in un colloquio diretto, prima con i sindaci e gli amministratori, quindi è stato approfondito sotto il profilo della fattibilità tecnica, economica ed amministrativa attraverso una fitta serie di incontri con tecnici e dirigenti. Ad ogni progetto, inserito sulla mappa dell´area metropolitana con un rimando cartografico che ne individua posizione e dimensione, corrisponde una scheda che ne riporta i dati principali: titolo, localizzazione, stato di avanzamento, promotori, risorse impegnate, relazioni con la normativa e le procedure di pianificazione e via dicendo. I progetti sono classificati per assi tematici, definiti a partire dalle linee di azione del Piano strategico, e sono segnalati sulla mappa con colori diversi: trasporti e mobilità, riqualificazione urbana, ambiente, formazione e ricerca, olimpiadi, produzione e nuove tecnologie, turismo e cultura. Di ognuno sono individuate le possibili connessioni - positive o negative, di sinergia o conflitto - con altri progetti: una nuova infrastruttura che potrebbe migliorare il potenziale di un´area produttiva, un programma di riqualificazione urbana che si raccorda ad un progetto ambientale, un polo di formazione superiore legato a progetti di sviluppo turistico; oppure, un sito potenzialmente idoneo ad ospitare una discarica, che potrebbe mettere a rischio l´attrattività di un sistema di verde territoriale, o un progetto di multisala e centro commerciale che si ripropone in diverse localizzazioni concorrenti fra loro.

Poiché difficilmente una mappa statica e disegnata su carta potrebbe tradurre in maniera chiara e facilmente utilizzabile una simile mole di informazioni, si è scelto di strutturare la mappa come un sito web, interrogabile attraverso i più comuni browsers internet. L´interfaccia è reso possibile da uno specifico software di gestione dei dati che utilizza la tecnologia di Mapserver, un programma per la visualizzazione e la navigazione via web di mappe vettorialie di dati ad esse associati, implementato in modo da permettere la consultazione della mappa per tutti i soci dell´Associazione attraverso il sito internet di Torino Internazionale. I dati cartografici sono stati forniti dal Servizio cartografico della Provincia di Torino. Collegandosi al sito, gli utenti della mappa potranno visualizzare una cartografia sintetica dell´intera area metropolitana torinese con evidenziati gli assi infrastrutturali, l´edificato, i fiumi, i parchi e le aree protette, e riportati i principali toponimi e i confini comunali. La navigazione nella mappa, aiutata da alcune palette di strumenti, può avvenire sia per ambiti territoriali, scegliendo una determinata area geografica, sia per assi tematici, puntando l´attenzione su uno specifico settore di intervento. Cliccando su ogni singolo progetto si potrà accedere alla scheda che ne riporta le principali informazioni, e contemporaneamente sarà visualizzata la lista che segnala gli altri progetti con cui vi sono relazioni significative. In questo modo si avrà a disposizione una possibilità in più di mettere in evidenza i limiti di alcune scelte - come ad esempio un´eccessiva competizione fra proposte simili o troppo vicine fra loro - o al tempo stesso esaltare la strategicità di altre ipotesi, permettendo di rafforzare le politiche che insieme acquisiscono importanza. Una volta avviata la consultazione della mappa, e dopo opportuni aggiustamenti, sarà possibile ipotizzare un aggiornamento periodico delle informazioni, massimizzando l´efficacia di un lavoro che ha nella tempestività delle informazioni la sua principale caratteristica. Utilizzando una mappa sempre attuale i soci di Torino Internazionale e i Sindaci di area metropolitana potrebbero infatti conoscere con crescente precisione le trasformazioni proposte da altri soggetti, ma anche valorizzare le proprie azioni progettuali inserendole in un quadro di riferimento condiviso.

"Questa scelta di mappare l´intero territorio metropolitano ed oltre, con le modalità commissionate, non ha precedenti. Mi aspetto un risultato che faccia emergere gli sforzi delle comunità locali per il loro miglioramento e con altrettanta evidenza le necessità di convenzioni. Al concetto "conoscere per trasformare", Torino Internazionale potrà accompagnare "conoscere per collaborare".
Umberto D´Ottavio, Sindaco di Collegno

Lo scenario competitivo tra città e territorio impone un dinamismo crescente ai diversi attori dei processi di trasformazione urbana. Coesione e capacità di dialogo tra i diversi attori sono condizioni necessarie per vincere le sfide imposte dai processi di internazionalizzazione. L´iniziativa di Torino Internazionale non è solo uno strumento di lavoro, è soprattutto una formidabile iniziativa di comunicazione interna, certamente, ma anche esterna, per far conoscere al mondo le strategie e le grandi opportunità che offre l´area metropolitana torinese.
Paolo Corradini, Direttore di ITP

21 nov 01
Incontro di presentazione della mappa dei progetti ai soci
Sala del Consiglio Provinciale
Piazza Castello 205 ore 9.30 - 13.00

 
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.