Una visione per il futuro
Come Ŕ stato costruito
A chi si rivolge
Attuazione

Il Piano

Il Piano strategico Torino Internazionale vuole promuovere le eccellenze della città e dell'area metropolitana in ambito internazionale. Un'ambizione raggiungibile solo creando un sistema di relazioni forti e permanenti sia all'interno della comunità metropolitana sia all'esterno, con un'immagine coordinata forte e duratura.Dal maggio del 1998 a oggi, su questo tema, hanno lavorato oltre 1500 persone: il Sindaco di Torino, Valentino Castellani, ha chiesto in prima persona agli opinion leader e ai rappresentanti delle principali istituzioni pubbliche e private del territorio di lavorare tutti insieme per progettare una precisa visione per il futuro. Le idee sono state costruite prima mettendo a frutto le analisi a disposizione, riunite in un approfondito studio diagnostico, poi convocando gruppi di lavoro utili a dare contenuto agli assi strategici individuati da un comitato scientifico internazionale, costituito dai migliori esperti in pianificazione strategica. Le prime proposte sono state vagliate, organizzate in una serie di informazioni di base e pubblicate nel volume Verso il Piano. Dopo un secondo, approfondito giro di incontri pubblici, il Piano strategico, primo in Italia, ha preso forma: oltre alla visone per il futuro, ecco concretarsi 6 linee strategiche, 20 obiettivi e 84 azioni corredate da precise informazioni sulle motivazioni che le rendono utili e su come realizzarle. Un materiale che si rivolge ai cittadini, alla societÓ civile, ai media, agli investitori italiani e stranieri; un progetto pronto prima della designazione di Torino a sede dei XX Giochi Olimpici invernali, e strettamente correlato a questa grande opportunità. Oggi, dopo l'ampio lavoro preparatorio, il Piano ha dato vita ad una Associazione di 101 soci che si propone di sviluppare con successo, monitorare e divulgare gli obiettivi e le azioni che compongono la visione strategica di Torino fino al 2010.