contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 26 novembre 2003
contatti     mailing list
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
Imprenditorialità e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
Qualità urbana
Tamtam
Eco dalle città
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Cultura, turismo, commercio e sport | Rassegna stampa
 
 
 
 
22.10.2003 - Artissima 10: la fiera delle novità nella città dell’arte contemporanea
Nelle sale del Caffè San Carlo, è stata presentata ieri «Artissima 10», la fiera Internazionale d'Arte Contemporanea che si terrà al Lingotto dal 6 al 9 novembre. Un appuntamento di notevole rilievo, che proietta Torino nel più ampio panorama delle manifestazioni artistiche a carattere internazionale principalmente legate alle ricerche, alle esperienze, alle motivazioni sociali e culturali che stanno alla base del «fare» arte da parte degli autori contemporanei. In questo contesto - sottolineano gli organizzatori - l'evento si pone a un livello paragonabile alle grandi fiere di Londra, Berlino, New York e Miami. Dieci anni, quindi, di un progressivo impegno che ha trasformato «Artissima» nella «fiera più internazionale in Italia, la sola dedicata esclusivamente all'arte contemporanea e alle tendenze più emergenti». Una fiera promossa in una città, come Torino, sempre più vicina alle vicende creative d'oggi testimoniate dalle mostre alla GAM, al Castello di Rivoli, alla Fondazione Sandretto e dalle opere collocate negli spazi pubblici. A questa edizione hanno aderito 229 espositori, tra gallerie (185, il 60% provenienti dall'estero), istituzioni e stand dedicati all'editoria specializzata. Il tutto realizzato nel Padiglione 2 del Lingotto, secondo il progetto di allestimento di Carlo Alberto de Laugier. Patrocinata dalla Regione Piemonte, Provincia e Città di Torino, Camera di Commercio di Torino, Fondazione CRT, Compagnia di San Paolo, la rassegna racchiude opere provenienti, tra le molte presenze, dagli Stati Uniti e dalla Germania, dalla Spagna dalla Francia, dalla Gran Bretagna e Belgio, Svizzera, Olanda, Danimarca e Austria. «Grande festa afferma il direttore Roberto Casiraghi - Ma devo anche dire un percorso difficile che si è snodato attraverso dieci anni. Solo negli ultimi due la fiera ha raggiunto l'eccellenza, perché si è indirizzata verso l'arte contemporanea, internazionale e di qualità. Tanto è stato difficile arrivare all'eccellenza, quanto sarà complicato mantenerla, perché per questo è necessario il concorso di tutta la città.

I nostri competitori sono le grandi città del mondo come Londra, New York, Berlino e Miami». E in questo senso - prosegue Casiraghi «è auspicabile un significativo coinvolgimento dei mezzi di comunicazioni e dei servizi che può offrire il territorio. Malgrado tutto il nostro sforzo è spiacevole segnalare come il reperimento di spazi espositivi rappresenti una delle incertezze nel programmare e organizzare la fiera. Ad esempio ci siamo dovuti spostare da Torino Esposizioni al Lingotto Fiere, cambiando inoltre la data di apertura». Il programma prevede le sezioni «Present Future», con progetti di 15 giovani artisti emergenti e l'assegnazione del Premio Illycaffè; «New Entries», 16 gallerie d'avanguardia per la prima volta a Torino; «Videolab», a cura di Elena Volpato e Davide Oberto; «Alla scoperta dell'Africa»; «Perfect Bar». E tra gli incontri: 6 novembre «Antonio Bassolino: un progetto per l'arte contemporanea»; 7 novembre «Margherita» di Enrica Borghi; 8 novembre seminario «Digitale, locale, globale: il museo nell'era della digitalizzazione diffusa»; domenica 9 novembre convegno «Essere e avere. Il collezionista d'impresa tra passione e strategia» e «Droit quoi qu'il soit!»: presentazione del volume «Selected Works. Alberto De Braud», con testi di Elena Pontiggia, Marco Meneguzzo, Francesco Poli. In particolare, le opere d'arte acquistate con il fondo dell'Associazione Artissima, presieduta da Paola Rampini, e donate nel corso degli anni al Castello di Rivoli e alla GAM Galleria Civica d'Arte Moderna e Contemporanea oggi valgono oltre i 2 milioni di euro. Corredata dal catalogo (8 euro), la mostra potrà essere visitata con il seguente orario: 11,00-20,00, Info.011546284, ingresso 8 euro, ridotto 5,50 euro.

Angelo Mistrangelo

 
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.