contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 30 luglio 2003
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
Imprenditorialità e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
Qualità urbana
Tamtam
Eco dalle città
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Formazione e ricerca | Rassegna stampa
 
 
 
 
17.01.2003 - Come si fabbrica un mattone. Così si vernicia una Ferrari
Al Salone dei Mestieri lo spazio lasciato all´immaginazione dei visitatori sarà pochissimo: il motto degli organizzatori è «poca teoria, molta pratica», e quasi tutti i 204 mestieri in mostra saranno verificabili, sperimentabili da vicino. Superati gli stand di Regione, Provincia e Comune posti all´ingresso, si entra subito nel vivo della manifestazione con una simulazione di guida proposta dall´Atm, con un autobus di linea messo a disposizione dei ragazzi e un maxi schermo che proietterà le manovre e gli eventuali incidenti. Nell´area tessile, potranno seguire - e quindi cimentarsi - nelle principali fasi di lavorazione delle materie prime fino a tingere, cucire e confezionare gli abiti; nell´area enogastronomica e dei servizi, si potranno fare da soli una pizza, affettare il prosciutto o ancora imparare a trattare e tagliare la carne, ma anche allestire una vetrina e confezionare pacchi regalo. Nell´edilizia si vedrà come fare un solo mattone ma anche un intero impianto elettrico o idraulico per passare infine all´arredamento e alla lavorazione del legno, al restauro. Per la plastica, è possibile seguirne l´intero ciclo di stampaggio e, per la meccanica, dopo avere ammirato una Ferrari in esposizione (nessuna simulazione di guida, però), si seguiranno sui monitor le fasi di progettazione, assemblaggio, verniciatura, per verificare allo stesso tempo quante e quali figure professionali concorrono alla costruzione di una sola autovettura. E per chi infine aspira alla professione orafa, sarà possibile cimentarsi nella realizzazione di pesciolini d´oro.

«Eravamo partiti pensando di allestire solo quattro grandi aree tematiche - spiega il direttore Maurizio Poma, rifacendoci in particolare alle professioni per le quali oggi c´è grande richiesta e poca offerta: l´edilizia, la meccanica, la sanità, l´agricoltura. Ma siamo arrivati a rappresentarne più di 15. L´anno prossimo ci concentreremo sullo sport, in previsione delle Olimpiadi, perché sono molti i mestieri coinvolti nella costruzione, gestione e manutenzione degli impianti sportivi». Non mancheranno al Salone i momenti di incontro e di discussione con gli operatori istituzionali, e con i consulenti del lavoro. Alcuni esperti indicheranno ai ragazzi i siti internet più aggiornati sul lavoro, altri li sottoporranno ad alcuni test psicoattitudinali che li aiuteranno a capire qual è il mestiere più adatto a loro, quale il più rispondente alle loro attitudini e capacità.

Tiziana Catenazzo

 
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.