contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 26 maggio 2003
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
Imprenditorialità e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
Qualità urbana
Tamtam
Eco dalle città
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Cultura, turismo, commercio e sport | Rassegna stampa
 
 
 
 
24.01.2003 - Olimpiadi e cultura
Le Olimpiadi del 2006 saranno anche Olimpiadi della Cultura. A tre anni esatti dal fatidico appuntamento, partono le prime iniziative: nei prossimi giorni ne debuttano due. Quella del Toroc si intitola ovviamente «MenoTRE», e proporrà una mostra d’arte, un concerto, una rassegna cinematografica. Anche un’altra manifestazione, sotto l’egida di enti locali e privati, rimanda al 2006: si chiama «Sintonie», e propone una mostra d’arte, vari concerti classici, rassegne teatrali e cinematografiche.

E’ senza dubbio segno di vitalità e partecipazione, un tal fervore d’iniziative. Meglio, però, non procedere in ordine sparso. E’ noto che il Toroc dovrà proporre, nel periodo dei Giochi, un cartellone artistico e culturale che offra al mondo un’immagine d’alto profilo di Torino, del Piemonte e dell’Italia.

Sappiamo inoltre che presto si deciderà a chi affidare il coordinamento del progetto. E’ naturale augurarsi, a questo punto, che dalle teorizzazioni si passi ai fatti concreti, innescando un processo sinergico che veda tutte le realtà del Piemonte coinvolte in un grande e coerente sforzo progettuale. Evitando sovrapposizioni, doppioni, rivalità intestine, smanie di protagonismo. E puntando in primo luogo a esaltare le eccellenze e le intelligenze di cui dispongono la città e la regione che ospiteranno i Giochi.

Qualcuno ricorderà che, in occasione del passaggio di consegne con Salt Lake City, Torino ospitò uno «show olimpico» in mondovisione con protagonista principale la cantante toscana Irene Grandi. Come se al Piemonte mancassero le «star» musicali, da Paolo Conte in giù.

Senza invocare protezionismi ridicoli, vorremmo che le Olimpiadi della Cultura di Torino 2006 fossero davvero una grande occasione. Anche per Torino, se è possibile.

Gabriele Ferraris

 
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.