contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 30 luglio 2003
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
Imprenditorialità e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
Qualità urbana
Tamtam
Eco dalle città
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Cultura, turismo, commercio e sport | Rassegna stampa
 
 
 
 
14.02.2003 - Snowboard in piazza Vittorio
Il colpo d´occhio è di quelli forti: una pista da sci in piazza Vittorio. Con neve vera portata, grazie ai camion, da Prato Nevoso e «trattata» amorevolmente per giorni e giorni. A dire la verità, le piste sono due: la prima - eretta sul lato destro della piazza arrivando da via Po, tra via Principe Amedeo, via Plana e via Della Rocca - ospiterà a partire dal pomeriggio odierno e fino alle 20 circa le qualificazioni e la finale di una gara di Coppa del Mondo di snowboard, specialità Big Air (gara di salto sulla neve con tavole regolamentari). La seconda, dall´altro lato della strada, è invece a disposizione di tutti coloro i quali vorranno provare l´ebbrezza di una sciata in una della piazze più belle della città, seguiti da istruttori qualificati.

Uno «scherzetto», quello dell´organizzazione di una manifestazione del genere in pieno centro cittadino, che alle casse comunali non è costato nulla ma che porta con sè una spesa di circa 600.000 euro. Torino, sempre più convinta della sua vocazione olimpica, si è in qualche caso lamentata ma ha poi accettato di buon grado che la piazza si trasformasse in un enorme snowpark: così, vicino al campo scuola, rimarranno fino a domani una tenda per il noleggio delle attezzature (prezzi modici, gratis per gruppi organizzati da enti pubblici) e una tribuna da 100 posti. Sullo stesso lato della piazza, sorge poi il Village, tensostruttura riscaldata di 1500 mq con tanto di area ristoro, area commerciale per gli sponsor della manifestazione e spazio informazioni. Di fronte al Village, un enorme palco coperto, dotato di 3 maxi schermi, sul quale si esibiranno vari ospiti tra cui Marco Berry de Le Iene.

Il cuore del tutto, ovvio, sarà però la gigantesca pista sulla quale si sfideranno una novantina di atleti provenienti da sedici Nazioni, Stati Uniti compresi: la struttura ha un ingombro complessivo di 98 metri per 20 e un´altezza di 28 metri. Il dosso del salto, posizionato sulla piattaforma a quota 11 metri, sarà alto due metri e mezzo e lascerà un´altra dozzina di metri agli atleti per le loro evoluzioni prima della zona di atterraggio.

Tra i più attesi, i tre finlandesi in testa alla classifica di Coppa del Mondo di cui Torino, con un montepremi di 17 mila euro, è la settima tappa: il 23enne campione in carica Jukka Eratuli, Sami Touriniemi e Antti Autti. Nomi che, ai non appassionati, dicono poco o nulla: il fascino e la spettacolarità della disciplina sono però assicurati, con figure di tutti i tipi disegnate in aria e atterraggi mozzafiato. Tra gli italiani, assente la nostra stella Giacomo Kratter (ko per uno stiramento), possono ben figurare Paolo Bazzana, quarto nella tappa di Berlino, e Alessandro Benussi.

Tutti gli esercizi eseguiti dagli atleti saranno valutati da una giuria internazionale che assegnerà un punteggio in base alla complessità tecnica del salto, la sua esecuzione, lo stile e l´abilità del rider nel ritrovare il giusto assetto per l´atterraggio. Domani poi, sulla stessa pista opportunamente modificata, si svolgerà invece l´FX Special Dual Cross: si tratta di un tracciato sul quale tutti i tesserati Fisi (fino alla categoria Juniores) potranno sfidarsi in una gara promozionale. La formula è quella dello slalom parallelo: i migliori 32 uomini e le migliori 16 donne, scelti attraverso le qualificazioni su un percorso a ostacoli con curve paraboliche, si sfideranno poi a eliminazione diretta fino all´elezione del vincitore.

Domenico Latagliata

 
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.