contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 18 maggio 2003
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
Imprenditorialità e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
Qualità urbana
Tamtam
Eco dalle città
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Sistema Internazionale | Rassegna stampa
 
 
 
 
19.02.2003 - Palazzo Civico disegna la viabilità del futuro
È stata la giornata dell´assessore alla viabilità Maria Grazia Sestero, quella di ieri. La giunta comunale ha infatti dato il via libera a una serie di progetti, per una spesa complessiva di oltre 83 milioni di euro, che incideranno profondamente sulla viabilità della Torino futura. Oltre a quelli per i sottopassaggi di corso Rivoli e corso Spezia, per il parcheggio Cittadella in piazza Arbarello, per la linea di bus 2 e per l´ascensore del Monte dei Cappuccini, sono stati infatti approvati i progetti per la riqualificazione di via Accademia Albertina su cui tornerà a scorrere la linea tranviaria 18 e che sarà riservata ai mezzi pubblici (e agli automobilisti aventi diritto). Inoltre saranno create anche tre nuove rotonde su corso Regina Margherita e via Pietro Cossa.

Sotto piazza Rivoli 26mila auto al giorno
Il sottopasso di piazza Rivoli, di cui ieri è stato approvato il progetto preliminare, permetterà di eliminare dalla superficie circa 26 mila veicoli al giorno, quanti ne transitano dall´incrocio tra i corsi Vittorio Emanuele, Francia, Trapani e Lecce. Costerà 13 milioni di euro e avrà due corsie per ogni senso di marcia. Nasce tra le polemiche l´altro sottopasso, quello di corso Spezia: ieri la giunta ha approvato il progetto della parte che collegherà corso Unità d´Italia a corso Spezia, mentre potrà partire solo dopo l´Olimpiade il tratto verso corso Unione Sovietica sotto la ferrovia: e subito la minoranza ha attaccato il sindaco per il ritardo, noto da tempo, ma «nascosto».

Torna ai Cappuccini la storica funicolare
È uno dei belvedere più spettacolari su Torino, il Monte dei Cappuccini: e lo si potrà raggiungere finalmente non solo in auto (o a piedi), ma anche con un ascensore. La giunta comunale infatti ha approvato ieri il progetto preliminare per la costruzione dell´ascensore che ripercorrerà il tracciato della storica funicolare realizzata nel 1885 e poi rimossa. La stazione a valle sarà costruita con stile architettonico coerente a quello di un tempo, mentre quella a monte sarà una sorta di hall in galleria sotto il primo piazzale. L´ascensore, a due vie, potrà trasportare anche comitive numerose e costerà circa 3 milioni e mezzo di euro.

Piazza Arbarello cambia Autosilo e aree pedonali
Anche piazza Arbarello sarà rinnovata: ieri infatti è stato approvato il progetto preliminare per la riqualificazione del parcheggio interrato della piazza, oggi affidato in concessione a una società privata. «Non intendiamo più rinnovare la convenzione - ha spiegato l´assessore Sestero - ma vogliamo integrare il parcheggio sotterraneo con quello di superficie in una zona in cui il problema sosta è molto sentito». Contemporaneamente verrà avviato un progetto di riqualificazione della piazza, che sarà pedonalizzata nella zona davanti alla ex sede della facoltà di Economia. Il costo dell´opera sarà di circa un milione di euro.

Un percorso riservato per la linea "2" di bus
Oltre quattro milioni di euro in tre anni: tanto costerà al Comune il riassetto della linea di autobus 2, una delle più importanti di Torino, che unisce le periferie sud e nord della città mantenendosi all´esterno dell´area centrale e costituisce la dorsale di interscambio con le principali linee di trasporto pubblico dirette verso il centro. Il progetto preliminare approvato ieri dalla giunta è articolato in tre lotti: su gran parte del percorso verrà realizzata una corsia riservata, saranno rinnovate le fermate con pensiline e arredi di servizio e l´intero percorso avrà priorità semaforica rispetto al traffico pubblico. I lavori si concluderanno entro il 2005.

Marco Trabucco

 
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.