contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 18 maggio 2003
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
Imprenditorialità e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
Qualità urbana
Tamtam
Eco dalle città
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Qualità urbana | Rassegna stampa
 
 
 
 
10.03.2003 - Il parcheggio continua a dividere
Il parcheggio interrato di piazza San Carlo continua ad alimentare polemiche, irritare l´amministrazione e innescare nuove raccolte di firme. Se domenica, a scatenare i titoli dei giornali, è stato un appello all´Unesco formulato da alcuni intellettuali della sinistra (fra l´altro Ds), «fermate le ruspe nel cuore della città», ieri l´onda lunga del malumore ha scosso Palazzo civico e dintorni. Fra i più arrabbiati, naturalmente i Ds, dal momento che quella protesta era firmata da personaggi dello stesso partito come Gianni Vattimo, Chiara Acciarini, Bernardo Ruggeri e Giangiacomo Migone. «Io non li capisco - è esploso ieri Beppe Borgogno - è mai possibile che questi signori non si presentino mai alle nostre riunioni e non conoscano i tempi e i modi della comunicazione del proprio dissenso? E´ possibile che lo dobbiamo scoprire sul giornale che loro non sono d´accordo a scavare in piazza San Carlo? Non potevano chiederci un incontro, magari anche con il sindaco, quando il progetto stava nascendo?».

Toni risentiti anche da parte dell´assessore alla Viabilità Maria Grazia Sestero (Ds, e pure del correntone): «A parte il fatto che a mio parere questo parcheggio rappresenta una buona soluzione di equilibrio, sono mesi che il progetto viene passato ai raggi X. Perché non ci hanno mai comunicato alcunché?». E mentre a sinistra ci si spacca sul dilemma «parcheggio sì parcheggio no», in centro si stanno raccogliendo firme per potenziare quell´opera e farla passare da un solo piano interrato a due: «Contiamo di arrivare fino a 300 firme - ha spiegato ieri Renato Bressan, ex consigliere - perché riteniamo che il sindaco abbia fatto una gran cosa a decidere di scavare sotto quella piazza, ma a questo punto tanto vale creare un´autorimessa più capiente». Anche in giunta c´è qualcuno che sostiene questa ipotesi di potenziamento, come Paolo Peveraro, assessore al Patrimonio e alle Finanze. E, sempre a proposito di polemiche interne alla giunta, prende posizione con un comunicato anche la Margherita: «Noi abbiamo sempre ricoperto con senso di responsabilità e correttezza questo ruolo, comportandoci come forza di maggioranza relativa e di governo, senza rinunciare a esprimere le nostre proposte: tutto ciò non deve essere interpretato come un freno all´azione di governo, ma la ricerca di un giusto equilibrio fra decisionalità e rappresentanza».

E.Min.

 
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.