contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 18 maggio 2003
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
Imprenditorialità e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
Qualità urbana
Tamtam
Eco dalle città
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Sistema Internazionale | Rassegna stampa
 
 
 
 
11.03.2003 - "Va bene, a una condizione: capire come ci coinvolgono"
«C´è la nostra disponibilità a intervenire nel progetto per la Torino-Lione. Vogliamo però capire come si realizzerà concretamente». Gianni Luciani, amministratore delegato della Sitaf, la società che gestisce l´autostrada Torino-Bardonecchia, apprezza l´idea del sindaco Sergio Chiamparino di coinvolgere le società autostradale nel piano di finanziamenti per la realizzazione della galleria ferroviaria. Un progetto che Chiamparino aveva illustrato ai vertici della Sitaf, con in testa il presidente Giuseppe Cerutti già una settimana fa, in occasione di un incontro a Palazzo civico. E ieri l´argomento è stato al centro della discussione nel vertice in Francia tra Chiamparino e il collega lionese Gerard Collomb.

Dottor Luciani, per voi non è stata dunque una sorpresa la proposta di Chiamparino, che potrebbe diventare la chiave di volta per superare i problemi finanziari che esistono attorno ad un´opera di queste dimensioni.
«No, è vero, il sindaco ci aveva annunciato la sua proposta. Ci sembra un´idea interessante. L´ipotesi di un coinvolgimento di una società come la nostra in un´opera di grande impatto come la Torino-Lione può avere riflessi significativi. Ma credo che per il momento ci si debba fermare qui».

Cosa vuol dire?
«Vuol dire che bisogna capire bene come si articola questo coinvolgimento. Attualmente non ci sono significativi elementi di valutazione».

Ma la Sitaf è pronta ad investire denaro nella Torino-Lione?
«Siamo d´accordo con l´impostazione del sindaco: non si può essere insensibili verso una grande opera che cambierà non soltanto il collegamento tra le due città ma l´intero traffico delle merci tra Italia e Francia. Si tratta ora di aspettare l´atto successivo: come verranno coinvolti i concessionari autostradali nell´avventura della Torino-Lione».

Una soluzione che dovrebbe favorire anche voi ed evitare l´intasamento delle autostrade. Concorda?
«Ad essere sinceri, tranne che nel weekend, il traffico sulla nostra autostrada, nei giorni feriali, non è proprio infernale. Tutt´altro. Se si fa il confronto con l´autostrada del Brennero, si nota la netta differenza».

Come sta andando il progetto per la nuova corsia dell´autostrada?
«A parte i soliti intoppi burocratici, stiamo per chiudere la conferenza dei servizi e questo progetto, che rientra nei programmi delle opere olimpiche, dovrebbe essere pronto in vista dell´appuntamento del 2006».

Gino Li Veli

 
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.