contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 28 maggio 2003
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
Imprenditorialità e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
Qualità urbana
Tamtam
Eco dalle città
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Cultura, turismo, commercio e sport | Rassegna stampa
 
 
 
 
18.03.2003 - Giochi, spese supplementari Spina 3, il sì dei costruttori
Si alternano preoccupazioni e notizie confortanti nella complessa operazione Torino 2006. Nella prima riunione della cabina di regia, guidata da Enzo Ghigo, dopo l´approvazione definitiva della nuova legge sui Giochi, lanciato un allarme sull´aumento dei costi di alcune opere: si parla di un incremento di una quarantina di milioni di euro rispetto alle previsioni iniziali. Ma dall´incontro del sindaco Sergio Chiamparino con le due cordate di costruttori (una che fa capo al gruppo Cimimontubi e un´altra alla società Valdocco) per sondare la disponibilità a realizzare nelle aree comprese tra via Borgaro, via Verolengo, un più ampio villaggio media «sfrattato» dal Moi arriva il sì degli imprenditori: si faranno su «Spina 3» i 1.000 alloggi mancanti per i giornalisti. Una soluzione che soddisfa Pier Paolo Maza, presidente della quinta circoscrizione: «È un fatto importante e significativo per il quartiere: potrà accelerare i piani di riqualificazione di questa zona».

Aumento dei costi. La questione verrà approfondita nella riunione della prossima settimana. Ma già ieri sono stati evidenziati gli incrementi dei costi di alcuni progetti in seguito agli aggiustamenti richiesti durante le conferenze dei servizi: 4 milioni di euro in più per la variante di Porte (nel Pinerolese), 4 milioni di in più per la pista da bob e slittino Cesana (proprio ieri la giunta regionale ha dato il via libera ad una delibera che esprime giudizio positivo sulla compatibilità ambientale). I lavori cominceranno a fine maggio. Ma serviranno soldi in più anche per l´uso post olimpico dell´impianto da hockey in corso Sebastopoli e per rifare la gara per il villaggio media nell´area ex Italgas (la prima è andata deserta). Il rappresentante del ministro Frattini, Pasquale De Salvia, ha inoltre comunicato che il ministro ha chiesto ai colleghi Giuliano Urbani e Pietro Lunardi, di intervenire con le Soprintendenze e i Comitati dei lavori pubblici per accelerare le procedure.

Accordo per l´educazione olimpica. Intanto ieri , in prefettura, è stato siglato un protocollo tra il presidente del Toroc, Valentino Castellani e il sottosegretario all´istruzione, Maria Grazia Siliquini, un protocollo per realizzare un programma educativo olimpico, per far conoscere a 160 mila studenti i Giochi. A partire dal prossimo anno il Toroc seguirà le scuole coinvolte fornendo strumenti didattici e programmando interventi (come quello di Stefania Belmondo, testimonial dello sport pulito, senza doping). Il programma era già partito nel settembre del 2002, con un intervento in 56 direzioni didattiche di Torino.

Gino Li Veli

 
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.