contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 28 luglio 2003
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
Imprenditorialità e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
Qualità urbana
Tamtam
Eco dalle città
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Imprenditorialità e occupazione | Rassegna stampa
 
 
 
 
20.03.2003 - Nasce Skylogic, l´autostrada telematica
«Un grande aeroporto intercontinentale che non trasporta prodotti e persone, ma semplicemente bit da una parte all´altra del mondo» . Le parole di Marco Boglione, presidente dell´Itp, sono quelle che chiariscono meglio la "missione" e le potenzialità della nuova piattaforma satellitare "Skylogic", società di proprietà della francese Eutelsat che ha deciso di installare a Torino, ritenuta strategica per infrastrutture e posizione, una delle sue porte per la comunicazione alla "velocità della luce". Un centro di interconnessione gestito operativamente dalla Euphon negli studi di strada della Manta, a due passi da Mirafiori. Un settore tutto da scoprire, quello del "trasporto dati". Il sindaco Sergio Chiamparino, tagliando il nastro inaugurale, ha spiegato: «La nuova piattaforma, sofisticata e con potenzialità straordinarie, rafforza il sistema di presidi innovativi e costituisce un punto di eccellenza molto valido anche in vista delle Olimpiadi».

In Italia esiste una struttura simile gestita da Telespazio, a Fucino, vicino L´Aquila, ma quella subalpina è tecnologicamente più avanzata perché orientata verso il mondo dei multy-media, sfruttando l´accesso al "Nap", il nodo torinese di condivisione dati fra le reti dei principali operatori di telecomunicazioni creato dal consorzio Top-IX. Attraverso il mix di banda larga, fibre ottiche e piattaforma satellitare, Skylogic è in grado di fornire ad enti pubblici e ad imprese diversi servizi a valore aggiunto. Non solo accesso ad internet in zone dove non esiste una rete, come nel caso della Valtournanche, collegando anche postazioni dislocate nei luoghi più sperduti, ma invio di audio-video di alta qualità, ad esempio, per le teleconferenze, per la formazione a distanza, per la business tv, e per l´organizzazione di un sistema di comunicazioni in caso di emergenza, com´è successo sull´isola di Stromboli lo scorso gennaio. «Dopo l´eruzione - racconta Arduino Patacchini, amministratore unico di Skylogic - abbiamo supportato la Protezione civile ripristinando la connettività telefonica, internet e audiovisiva, permettendo anche il controllo a distanza dell´evoluzione del fenomeno.

Tutto veniva gestito dalla piattaforma bidirezionale di Torino, realizzata con un investimento che si aggira attorno ai 6 milioni di euro. Una struttura all´avanguardia che, a regime, potrà essere collegata con quattro satelliti e coprire, in sinergia con la rete Eutelsat, tutto il mondo. Noi forniamo la tecnologia, tocca ad altri pensare gli eventuali utilizzi» . Ed è proprio su questo punto che si apre uno scenario interessante per Torino e per il Piemonte, dove può nascere un indotto dedicato alla creazione dei contenuti. «E´ un terreno vergine - osserva Roberto Rocchietti, presidente di Euphon - un volano importante per tutto un nuovo business che ricadrà sul territorio, generando grandi opportunità anche in termini occupazionali». «Se vogliamo connotarci come settore Ict - aggiunge Andrea Casalegno, direttore del consorzio Top-IX - dobbiamo sfruttare la nostra spiccata predisposizione all´innovazione. L´arrivo di Eutelsat è un passo fondamentale».

Diego Longhin

 
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.