contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 20 maggio 2003
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
Imprenditorialità e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
Qualità urbana
Tamtam
Eco dalle città
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Qualità urbana | Rassegna stampa
 
 
 
 
09.04.2003 - A Porta Palazzo parte il grande trasloco
Ventisette milioni di euro per rimettere a nuovo il mercato di Porta Palazzo. Approfondita operazione di restyling che comincerà nel maggio 2004 e si concluderà nell’ottobre 2005. Tutti i dettagli dell’intervento - comprese le modalità di un trasloco che coinvolgerà più di mille commercianti fra cui 750 bancarelle - sono stati discussi nella giunta di ieri mattina. L’assessore al Commercio Tessore, insieme con la responsabile della Viabilità Maria Grazia Sestero, ha così delineato un piano che rivoluzionerà il mercato più antico e grande non solo di Torino, ma dell’Europa intera. «L’amministrazione non aveva mai messo mano all’assetto del mercato - ha spiegato Tessore - che ormai aveva necessità di essere completamente rinnovato a partire dalle condizioni del plateatico per finire ai servizi che devono essere messi a norma». Domani sera la parola passerà alla gente di Porta Palazzo. Dell’imminente metamorfosi che investirà piazza della Repubblica si parlerà in un’assemblea aperta a tutti al Sermig. L’appuntamento è fissato per le 20,30.

Ma vediamo ora nei dettagli di che cosa si tratterà. «Gli interventi di restauro riguarderanno il V padiglione di rivendita alimentare al coperto e tutti gli ambulanti - ha spiegato Tessore - per un totale di 750 bancarelle. Tutti questi venditori verranno trasferiti in parte nella corsia centrale di corso San Maurizio, in parte in piazza Don Albera e nelle vie adiacenti come via Priocca». Secondo quanto anticipato ieri dagli assessori competenti - argomenti che verranno oggi approfonditi nella commissione comunale che si occupa di Commercio - questo profondo restyling si andrà ad aggiungere all’attesa (e a dire il vero in gran ritardo) novità della piramide di Fuksas che ospiterà il nuovo mercato dell’abbigliamento: «Sempre entro l’ottobre 2005 anche i commercianti dell’abbigliamento - ha aggiunto Tessore - che già da tempo sono stati trasferiti provvisoriamente nel piazzale di Auchan, potranno tornare a Porta Palazzo nella loro nuova sede piramidale creata da Fuksas». Insieme con il rifacimento del mercato orto-frutticolo, l’operazione «piazza della Repubblica» comprenderà anche il rifacimento delle facciate dell’ittico e la nascita di una zona sotterranea di 1200 metri quadri in corso San Maurizio angolo via Rossini dove verranno ricoverati tutti i carretti che oggi costituiscono un problema per l’arredo urbano. Restyling in vista anche per la Galleria Umberto I.

Ma che pensano i rappresentanti dei commercianti di questo intervento, ma soprattutto del trasloco forzato che esso comporta? «Come anticipato ne parleremo giovedì sera in un’assemblea pubblica (domani per chi legge, ndr) - ha concluso l’assessore - per quanto riguarda i vertici dei commercianti verranno eletti il 13 maggio». Sempre in tema di riqualificazioni, la giunta di ieri ha approvato, su iniziativa dell’assessore Sestero, una spesa di 76 mila euro per la realizzazione di alcuni interventi, complementari al progetto da due milioni di euro avviato dall’ottobre 2001, per il recupero di Borgo Dora. Nell’occasione saranno eseguiti anche i lavori di consolidamento della recinzione del Circolo ricreativo Mossetto.

Emanuela Minucci

 
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.