contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 23 maggio 2003
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
Imprenditorialità e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
Qualità urbana
Tamtam
Eco dalle città
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Imprenditorialità e occupazione | Rassegna stampa
 
 
 
 
11.04.2003 - Il rilancio parte dal Lingotto
Sarà Torino la protagonista del convegno di Confindustria che si tiene oggi e domani al Lingotto. Il tema del convegno è in realtà «Competitività e sviluppo. Il ruolo dell´Europa e le sfide dell´Italia». E tra le sfide, una delle più importanti che il nostro paese si trova ad affrontare è proprio il rilancio di Torino. Ne parlerà il sindaco Sergio Chiamparino nel discorso che aprirà il convegno alle 14,45 di oggi, in cui confermerà al volontà di rilanciare la città «come area leader dell´industria sia nei settori tradizionali come l´auto che in quelli innovativi delle nuove tecnologie». Ne parlerà il presidente della Regione Piemonte, Enzo Ghigo nell´intervento che aprirà i lavori domani mattina. E sempre Torino sarà tra i temi centrali del discorso forse più atteso, quello del presidente del consiglio Silvio Berlusconi che, sabato alle 12, è stato preannunciato, si soffermerà in particolare sul ruolo delle grandi infrastrutture per il rilancio dell´economia piemontese con la vexata quaestio della linea ad alta velocità Torino Lione in primo piano. Molta attesa c´è anche ovviamente per ciò che dirà, sempre sabato, Umberto Agnelli alla sua prima uscita «ufficiale» a Torino come presidente della Fiat.

In altre due occasioni la Confindustria scelse Torino per un suo convegno: quello dell´aprile '95, che segnò l´ultima partecipazione diretta dell´Avvocato a una grande assise degli industriali. E quello del novembre '85 che in pratica inaugurò il nascente centro fiere del Lingotto caratterizzato dal duello a distanza tra Gianni Agnelli che rivendicò il ruolo centrale dell´impresa nel sistema Italia e chiese «soluzioni drastiche» per uscire dalla crisi e l´allora capo del governo Bettino Craxi. «Bisogna dare la scalata alle Alpi anche se è una scalata faticosa e in salita - disse in quell´occasione l´Avvocato - e aver d´occhio più l´Atlantico che il Mediterraneo».

Marco Trabucco

 
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.