contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 17 maggio 2003
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
Imprenditorialità e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
Qualità urbana
Tamtam
Eco dalle città
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Formazione e ricerca | Rassegna stampa
 
 
 
 
06.11.2002 - Il grande patrimonio immateriale della città
Torino vive, non da oggi, una trasformazione profonda che è insieme urbanistica e culturale. Come Barcellona, che grazie ai Giochi Olimpici del '92 ha ritrovato il mare, il passante ferroviario e la riqualificazione della spina centrale liberano spazi dimenticati e offrono nuove aree, sulle quali la città può progettare il proprio futuro. A queste trasformazioni si accompagna un cambiamento nell'identità: oggi Torino è una moderna città europea, che sta riscoprendo il rapporto con le sue montagne e che si presenta al mondo con una pluralità di volti. Nuove idee, nuove persone, nuove aziende, che contribuiscono a costruire un clima di fiducia autentico, non di maniera. Per dirlo con uno slogan: a trasformare l'incertezza in opportunità. Da vecchio professore del Politecnico, voglio ricordare che Torino dispone di un grande patrimonio immateriale, fatto di cultura e di competenze professionali, che rappresentano la risorsa decisiva per affrontare questa fase della propria storia. I saperi maturati nelle università, nei centri di ricerca e nelle aziende a cominciare da quelle automobilistiche sono il punto di partenza per qualunque strategia di lungo periodo. I Giochi Olimpici sono la sintesi di queste trasformazioni. Oltre a lasciare al territorio impianti, villaggi e strade, i Giochi contribuiscono a strutturare nuove forme di collaborazione tra le istituzioni e ad accelerare i mutamenti in corso. Fin dalla candidatura, il progetto della Torino olimpica è stato considerato uno strumento di riqualificazione urbanistica della città e oggi conferma il proprio valore grazie alla qualità architettonica degli interventi presentati in questi mesi, come il nuovo Palasport, che sorgerà accanto al vecchio Comunale e il Palavela, ridisegnato da Gae Aulenti. Progetti concreti, sui quali costruire un rinnovato senso di appartenenza e alimentare la fiducia nel futuro.

Valentno Castellani

 
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.